Il pubblico premia lo spettacolo «Edipo re»

Tra i vincitori anche gli attori del Dramma Italiano Serena Ferraiuolo, Elena Brumini e Giuseppe Nicodemo e il monodramma «Il bonsai ha i rami corti»

Il miglior allestimento del TNC “Ivan de Zajc” nella scorsa stagione è stato il brano adattato e diretto da Luciano Delprato

Lo spettacolo “Edipo re” di Sofocle, adattato e diretto da Luciano Delprato, è stato insignito del premio “Đuro Rošić” per il migliore allestimento del Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” nella stagione 2019/2020. La pièce, nata in collaborazione con il Teatro dei burattini di Fiume, è stata giudicata dal pubblico il migliore spettacolo del Dramma Croato, il che gli ha portato anche il premio “Zlata Nikolić”.

 

Mahler, il migliore
Il premio per il migliore concerto, “Lovro de Matačić”, è stato conferito alla Seconda sinfonia “Resurrezione” di Mahler, diretta dal Maestro Philipp von Steinaecker ed eseguita dall’Orchestra sinfonica e dal Coro dell’Opera di Fiume e dall’Orchestra sinfonica e dal Coro della Radiotelevisione croata (HRT). Il pubblico ha votato per il sesto anno consecutivo per i propri favoriti. Il migliore spettacolo del Dramma Italiano, al quale è stato conferito il premio “Giulio Marini”, è “Il bonsai ha i rami corti” di Serena Ferraiuolo e Giuseppe Nicodemo, che ne ha curato anche la regia. Il migliore ruolo femminile nell’ambito del Dramma Italiano è quello di Serena Ferraiuolo, premiata per il ruolo di Stefania Laganini nello spettacolo “Il bonsai ha i rami corti” e quello nella scena “Dieci minuti alla fine del mondo” nell’omnibus “La commedia” per i quali è stata insignita del premio “Gianna Depoli”; e Giuseppe Nicodemo per il ruolo di Bruno, Giovane Francovich e d’Annunzio nello spettacolo “Esercitazione alla vita – seconda volta”, come pure quello dell’Uomo d’affari ne “Il piccolo principe”, insignito del premio “Raniero Brumini”.

I migliori ruoli realizzati nell’ambito del Dramma Croato sono quello di Olivera Baljak, che ha ottenuto il premio “Andreja Blagojević” per il ruolo di Živka Popović nello spettacolo “Signora ministra” e quello per Mamma Flora in “Esercitazione alla vita – seconda volta”, ed Edi Ćelić, che è stato insignito del premio “Galiano Pahor” per il ruolo dell’Aviatore nel “Piccolo principe”.

La migliore produzione lirica
Il migliore spettacolo lirico, premiato con il riconoscimento “Boris Papandopulo”, è “Madama Butterfly”, di Giacomo Puccini, sotto la direzione del Maestro Ville Matvejeff e per la regia di Dražen Siriščević. Anamarija Knego è stata insignita del premio per il migliore ruolo femminile “Štefanija Lenković” l’interpretazione di Cio-Cio-San in “Madama Butterfly“ e di Cleopatra in “Giulio Cesare in Egitto – di nuovo”, mentre Giorgio Surian ha ottenuto il premio “Milan Pichler” per il ruolo di Scarpia in “Tosca”.
Il premio per il migliore spettacolo di danza “Boris Papandopulo” è stato conferito ad “Acqua di fuoco”, la cui musica è firmata da Julien Tarride, mentre la coreografia è stata realizzata da Andonis Foniadakis.
La ballerina Tea Rušin è stata insignita del premio “Olga Orlova” per il ruolo principale nello spettacolo “Čipka” (Il merletto) e il livello artistico dominante conseguito nello spettacolo “Acqua di fuoco”, mentre Tilman Patzak ha ottenuto il premio “Joža Komljenović” per il ruolo dello Schiaccianoci nell’omonimo balletto e il livello artistico dominante negli spettacoli “Merletto” e “Acqua di fuoco”.

Neva Rošić, migliore artista ospite
Il premio del pubblico “Slavko Šestak” per il migliore ruolo nel musical è stato conferito ad Elena Brumini per il ruolo di Evita nell’omonimo musical, mentre il premio “Sarah Bernhardt” per il migliore ruolo di un’artista ospite è stato assegnato a Neva Rošić per il ruolo di Neva Rošić e Mafalda in “Esercitazione alla vita – seconda volta”.

I prossimi appuntamenti
In seguito alla situazione epidemiologica, la cerimonia di premiazione non si terrà come pianificato, bensì in occasione della Notte dei teatri verranno assegnate le targhe ai migliori nel programma del Balletto e il premio alla migliore artista ospite.

I premi per i migliori spettacoli dell’Opera e per il migliore concerto saranno assegnati venerdì, 27 novembre dopo il concerto sinfonico “Musorgski, Čajkovski”, mentre quelli per i migliori spettacoli dei Drammi Italiano e Croato, come pure quelli per il migliore spettacolo in assoluto nella scorsa stagione e per il migliore ruolo nel musical saranno assegnati dopo la première dello spettacolo “Decameron” a dicembre.

Facebook Commenti