Poljak è direttore del torneo

Il Plava Laguna Croatia Open di Umago è impegnato nei preparativi per l’edizione 2021, ovviamente coronavirus permettendo. Da registrare intanto alcuni rimpasti confermati dall’ATP Board di Londra. Lawrence Frankopan lascia la direzione

La speranza è che a luglio 2021 il Plava Laguna Croatia Open di Umago possa svolgersi regolarmente (foto d’archivio)

In occasione della sua 31ª edizione, in programma allo Stella Maris dal 16 al 25 luglio, il Plava Laguna Croatia Open di Umago si presenterà con in carica un nuovo direttore, ovvero Tomislav Poljak. La conferma della nomina è arrivata giorni fa dall’ATP Board di Londra, il massimo organo internazionale in chiave di tornei della serie ATP. Dopo sei anni trascorsi in sella, l’ormai ex direttore Lawrence Frankopan lascia in eredità una manifestazione molto apprezzata e riconosciuta. Al suo erede, che non è comunque alle prime armi in quanto coinvolto nel progetto già da 15 anni, il compito di mantenere il Croatia Open ai livelli che gli competono, per quanto il momento a livello globale sia molto difficile e anche il torneo di Umago ne risenta inevitabilmente.

 

La decisione di lasciare il posto a Poljak è un fatto interno, in accordo tra la Plava Laguna e lo stesso Frankopan, per il resto titolare dell’agenzia StarWing Sports Managment. Lawrence continuerà a partecipare al funzionamento del torneo in qualità di consigliere, mentre Poljak, anche lui dipendente della StarWings, sarà il principale responsabile nell’organizzazione e nella realizzazione del Croatia Open.

“Ringrazio la Plava Laguna per i tanti anni di fruttuosa collaborazione e mi rallegra il fatto di poter continuare a far parte della macchina organizzativa del torneo. Tomislav fa ormai parte da anni di questo mondo e sono convinto che saprà affrontare nel migliore dei modi le sfide che l’attendono, soprattutto ora che vive a Umago. Tutto ciò che abbiamo fatto a beneficio del Croatia Open lo abbiamo fatto insieme. Sono felicissimo che continueremo a collaborare anche nei prossimi anni”, ha osservato Lawrence Frankopan.

Il nuovo direttore Tomislav Poljak (a destra) con Goran Ivanišević

“Speriamo tutti insieme che la situazione epidemiologica da qui a luglio 2021 sarà tale da consentirci il regolare svolgimento della manifestazione, rispettando ovviamente tutte le misure sanitarie – l’auspicio da parte di Tomislav Poljak –. Mi auguro con tutto il cuore che potremo goderci momenti di sport e divertimento, come negli ultimi trent’anni. Ringrazio la Plava Laguna e l’intero team organizzativo per la fiducia riposta nei miei confronti e sono convintissimo che avrò il massimo sostegno da parte dei miei collaboratori, il tutto nell’interesse comune della realizzazone degli obiettivi che ci siamo prefissati per i prossimi anni. Sappiamo benissimo che l’ATP Tour è uno dei marchi di fabbrica di Umago e pertanto è nostro dovere provare a portare qui l’élite di questo sport. Stesso discorso anche per quanto riguarda le attività extrasportive”.

“Per noi il Plava Laguna Croatia Open di Umago è molto di più che un semplice torneo di tennis – ribadisce il presidente del CdA della Plava Laguna, Dragan Pujas –. Parliamo pur sempre di una manifestazione che ha una lunga tradizione e che di anno in anno presenta delle novità sotto tutti gli aspetti. In futuro vogliamo rafforzare la sua posizione internazionale e renderla ancora più spettacolare per il pubblico e gli sponsor. Oltre a contribuire allo sviluppo del tennis e all’attività legata allo stesso, il Croatia Open è anche un cavallo di battaglia in quanto a promozione turistica. Il torneo può beneficiare di un’infrastruttura di prim’ordine, nella quale la Plava Laguna ha investito anche quest’anno un milione di kune. Umago è un punto di riferimento per il tennis istriano e croato, di conseguenza continueremo a impegnarci per trovare nuovi contenuti. Tutti noi conosciamo benissimo Tomislav Poljak, e viceversa. Ha la nostra piena fiducia e gli facciamo i migliori auguri nella sua nuova funzione di nuovo direttore del torneo”.

Facebook Commenti