Il canto vocale di Matetić Ronjgov ora anche su CD

L’album «Draga nam je zemlja» verrà presentato il 22 maggio nella Sala concertistica «Vatroslav Lisinski» a Zagabria

0
Il canto vocale di Matetić Ronjgov ora anche su CD

Prossimamente, per la precisione il 22 maggio di quest’anno, verrà presentato l’album musicale “Draga nam je zemlja” (Ci è cara la terra), dedicato alle composizioni vocali di Ivan Matetić Ronjgov. Il concerto inaugurale si terrà nella Sala concertistica “Vatroslav Lisinski” a Zagabria, con inizio alle ore 20. A esporre tutti i brani dell’album saranno il Coro misto Kanat di Castua, le Klape femminile e maschile Kastav di Castua e il Coro femminile della SAC Učka di Mattuglie. A dirigere i cori sarà il Maestro Saša Matovina.

A rappresentare l’isola di Veglia verranno i cantanti di folklore Branko Brnić, della Società culturale Sv. Petar di Gabonjin e Klaudije Donato, della Società culturale Ive Jelenović di Dobrinj (Dobrigno). A recitare le poesie sarà Rajka Jurdana-Šepić.

L’album “Draga nam je zemlja” è il risultato di un impegno pluriennale nella conservazione e tutela del patrimonio culturale legato alle tradizioni del folklore locale e in particolar modo a quello che è considerato il suo gioiello – il canto e la musica su scala istriana, patrimonio immateriale dell’UNESCO.

Il doppio anniversario di uno dei più importanti compositori croati del XX secolo ha rappresentato un’occasione irripetibile per mostrare nuovamente ad un vasto pubblico l’incredibile valore della produzione musicale realizzata da Ivan Matetić Ronjgov utilizzando gli elementi della tradizione e della musica popolare dell’Istria e del litorale croato.

Per questo motivo l’Associazione Kanat di Castua, in occasione della festa del vino novello “Bela nedeja”, il 4 ottobre del 2020 a Castua, una manifestazione menzionata pure nelle canzoni di Matetić, ha organizzato un concerto intitolato “Draga nam je zemlja”, il cui titolo allude ai primi versi dell’inno popolare istriano, scritto ispirandosi a un canto sentito nei pressi di Medolino.

Visto il successo di questo concerto il programma è stato inserito nell’omonimo album, realizzato dall’Aquarius records di Zagabria, una delle case discografiche più importanti in Croazia ed è uscito ufficialmente il 17 dicembre scorso.

Accanto alla Klapa maschile e femminile Kastav e al Coro misto Kanat, i brani sono stati arricchiti anche dal contributo del Coro femminile della SAC Učka e dai cantanti veglioti Branko Brnić e Klaudije Donato. Le vecchie melodie del nostro litorale e la parlata in dialetto ciacavo hanno preso vita anche grazie al contributo di Rajka Jurdana-Šepić e Sven Sušanj, i quali hanno “rispolverato” il dialetto autentico parlato ai tempi di Matetić ed estrapolato dalle sue lettere.

Una grande motivazione a realizzare l’album sono state pure le parole del compositore stesso: “Sono riuscito a mostrare e dimostrare che la musica istriana è degna di venire eseguita in concerto come ogni altro genere musicale se non di più, perché è originale”.

Proprio per queste sue caratteristiche è necessario conservare questo tipo di musica e renderla discograficamente disponibile, ma anche presente sulla scena concertistica. Il progetto musicale è stato sostenuto in maniera significativa dalla Città di Castua, dalla Regione litoraneo-montana, dalla Società croata dei compositori (HDS) e dall’Ente per la cultura “Ivan Matetić Ronjgov”.

I biglietti sono in vendita a 50 kune a partire da oggi e sono acquistabili al botteghino della Sala “Vatroslav Lisinski” oppure online all’indirizzo www.lisinski.hr.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display