Pola si mobilita per Petrinja

La raccolta degli aiuti umanitari a Pola. Foto: Srecko Niketic/PIXSELL

Pola e l’Istria offrono una mano ai disastrati di Petrinja, di Glina, di Sisak e dell’intera regione colpita dal devastante terremoto di martedì mattina. I polesi si sono messi in moto immediatamente e hanno gremito i centri di raccolta degli aiuti umanitari con un’infinità di pacchi di soccorso straripanti di generi alimentari, bottigliette di acqua e articoli per l’igiene della persona, disinfettanti compresi. La Croce rossa ha però inviato un appello: basta con coperte, indumenti e calzature, ora ce n’è abbastanza. Mancano invece i generi alimentari di prima necessità, soprattutto il cibo e l’acqua, farina, zucchero, scatolette di carne e di pesce, creme spalmabili, latte a lunga conservazione, saponette, detergenti, detersivi, disinfettanti, insomma, la lista degli articoli richiesti si trova sulle pagine Internet della Croce rossa. Dato l’enorme interesse il centro di raccolta è stato allestito nella palestra della Scuola elementare Giuseppina Martinuzzi.

Facebook Commenti