Pola. Posteggi in centro: si cambia disco

Due parcheggi e via Castropola sono riservati soltanto ai residenti. In alcune vie si pagherà 30 kune all’ora

0
Pola. Posteggi in centro: si cambia disco
Chi vorrà parcheggiare in via Carrara dovrà sborsare 15 kune ogni ora. Foto: GIULIANO LIBANORE

Gli automobilisti polesi d’ora in poi devono fare i conti con il nuovo tariffario dei parcheggi che la società Pula Parking ha introdotto nel fine settimana con tanto di benedizione del sindaco Filip Zoričić, dell’assessore agli Affari comunali e degli abitanti del centrocittà, che sono apparsi in conferenza stampa fermamente convinti di una cosa: i prezzi – questa volta realmente esorbitanti – serviranno a scoraggiare i turisti stranieri, ma anche gli abitanti dei rioni suburbani, a spingersi con i propri mezzi fin dentro al cuore storico di Pola, cosa che durante l’alta stagione provoca ingorghi stradali a catena. Le zone e le fasce orarie non sono una novità perché sono state definite già in giugno con una deliberazione del Consiglio municipale. I prezzi, invece, sono una novità assoluta.

I nuovi prezzi in vigore
La prima zona è “rossa” e si estende da via della Confraternita ragusea verso meridione fino a via Rovigno: in questo territorio il posteggio costa 12 kune l’ora. La seconda zona è contrassegnata dal colore giallo e si estende da via della Stazione ferroviaria al Parco Tito e a via della Confraternita ragusea. Parcheggiare in quest’area ora costa 11 kune l’ora. Tuttavia dal perimetro della zona gialla sono stati estratti alcuni punti di massima pressione che vanno a costituire una zona a sé stante, la cosiddetta terza zona “bianca” dove il posteggio costerà la bellezza di 30 kune l’ora. Si tratta, nella fattispecie, dei Giardini e delle vie dell’Istria, Flavia e dell’Anfiteatro che convergono nel punto nevralgico dell’Anfiteatro romano e di piazzale Carolina. La quarta zona è la zona “verde” ed è una delle grandi novità di questa manovra perché finora non era mai stata integrata nel circuito dei parcheggi a pagamento. Il perimetro esterno va dalle vie del circondario dell’Arena (Scaletta, Monte Maggiore, Emo, Parenzo…) e include, per esempio, le vie Tesla, Zara e Campo San Martino fino a via Rakovac che fa da confine estremo. In questo caso il posteggio si paga 9 kune l’ora mentre finora era gratuito.

Soltanto per residenti
La novità assoluta è comunque l’istituzione di una quinta zona riservata praticamente ai soli residenti (Holders only), l’area azzurra. Si parla di via Castropola, e dei parcheggi in via dell’Abbazia benedettina e in piazza Mercato Vecchio. Potranno usufruirne solo gli abitanti (possessori o affittuari di case e alloggi) al costo di 1.200 kune l’anno per automobile e ogni famiglia potrà dichiarare non più di due autonomibili. Finora i residenti pagavano 600 kune l’anno, ma senza godere del privilegio del posteggio esclusivo. C’è pure una zona azzurra e che comprende, tra le altre, via Carrara dove si potrà parcheggiare per un massimo di due ore al costo di 15 kune l’ora.

Da rilevare che i residenti rappresentati dai consiglieri del Comitato di quartiere Città vecchia hanno applaudito il sindaco in conferenza stampa perché ritengono che per la prima volta in assoluto l’amministrazione pubblica abbia accolto un’istanza finora sempre snobbata.

In inverno tariffe ridotte
Il tariffario appena descritto è quello “estivo”, che d’ora in avanti troverà applicazione dal 1º maggio al 30 settembre, e quindi per cinque mesi in corrispondenza della stagione turistica, alta e bassa indistintamente. La rimanenza dell’anno saranno in applicazione le tariffe che chiamiamo “invernali” valide dal 1º ottobre al 30 aprile. La buona notizia – fra tante tutt’altro che piacevoli – è che le tariffe in questo periodo torneranno a essere più a portata di cittadino croato che di turista. Per esempio, in Carolina si parcheggerà al costo di 4 kune l’ora, in Riva e in via Emo al prezzo di 2 kune, mentre i posteggi di periferia (Grega, Campo Marzio II e Mandracchio) saranno gratuiti. La fase di rodaggio che prevede soltanto ammonizioni, ma non anche sanzioni, durerà qualche giorno, ma poi si farà sul serio. Chi paga col cellulare dovrà fare attenzione ai numeri di telefono, perché sono cambiati in corrispondenza della manovra. I numeri attualmente validi sono esposti su tutte le tabelle che indicano, la zona, la fascia oraria, la validità e il prezzo del posteggio e sul sito Internet www.pulaparking.hr. Un particolare riguarda anche la transizione all’euro: per il momento l’importo ufficiale è quello in kune con il controvalore in euro. Dal 1º gennaio 2023 l’importo ufficiale sarà quello in euro per cui le cifre verranno arrotondate e il listino prezzi cambierà per forza di cose. Non sono escluse altre modifiche al tariffario, a detta della direzione della Pula Parking.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display