Pola: la pandemia scoraggia anche i malviventi

I numeri portano quasi tutti i reati e i crimini in discesa. Siamo diventati buoni o ci ha fermati la pandemia?

A quanto sembra, l’epidemia di Covid-19, ha avuto ricadute anche sullo stato di sicurezza in città. Risvolti positivi, per fortuna. Tanto che nei primi nove mesi dell’anno, in città si è avuta una consistente diminuzione di reati, trasgressioni e incidenti stradali rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

 

Dal comune…
Andando per ordine, sono stati evidenziati 674 reati, 177 in meno rispetto al 2019, con un calo del 21 p.c. Del numero complessivo, sono stati risolti 359 casi (il 53 p.c.), mentre l’anno scorso ne erano stati risolti 434 (il 51 p.c.). Allo stesso tempo sono stati risolti altri 7 reati commessi negli anni passati. La criminalità comune, ovvero scassi, furti e rapine, come al solito rappresenta la maggior parte dei reati commessi. Quest’anno ne sono stati evidenziati 541, pari all’80 p.c. del totale, ben 140 in meno rispetto al 2019. Complessivamente si sono avuti 135 furti con scasso (206 l’anno scorso) e 184 furti (248 nel 2019). Sono state commesse quattro rapine, 9 in meno dell’anno scorso, e una è stata risolta. In quanto alla criminalità economica, sono stati evidenziati 45 reati, il che rappresenta il 7 p.c. del numero complessivo. In questo settore si è avuto un aumento dei casi, considerando che l’anno scorso ne erano stati registrati 19. Per tipologia, questi reati hanno riguardato malversazioni in gestione d’affari (26), falsificazioni di documenti (12), maltrattamenti sul lavoro (3), e due rispettivamente per appropriazione indebita ed evasione fiscale.

… all’organizzato
Riguardo alla criminalità organizzata, sono stati evidenziati 13 reati (il 2 p.c. del totale), due in più rispetto al 2019. Si tratta di falsificazione di denaro (6 casi), estorsione (5), nonché possesso illecito e fabbricazione di armi ed esplosivi (2).

Capitolo droga: nei primi 9 mesi sono stati registrati 26 reati (il 4 p.c. del numero complessivo), l’anno scorso invece 44. Si tratta di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti (21), offerta di droga (4) e produzione illegale di sostanze vietate nello sport (1). Nell’insieme sono stati effettuati 156 sequestri di sostanze stupefacenti, per la qual cosa sono state denunciate 130 persone. La Polizia ha confiscato 121,6 grammi di eroina, 3,3 grammi di cocaina, 339, 595 grammi di marijuana, 0,4 grammi di hashish, 74 piante di cannabis sativa, 6 ecstasy, 0,6 grammi di MDMA, 396,03 grammi di anfetamina, 21,8 grammi di chetamina, nonché 29 pasticche e 10 millilitri di metadone. In merito ai reati che mettono a rischio i bambini e la famiglie, nei primi 9 mesi a Pola sono stati evidenziati 92 casi: 29 di lesione dei diritti dei bambini, 10 di violenza in famiglia, nonché due rispettivamente di minacce, abuso sessuale di minori e mancato rispetto del mantenimento. Inoltre, nel periodo preso in esame sono state registrate 152 infrazioni per disturbo della quiete pubblica (sono state denunciate 193 persone), 40 in meno dell’anno scorso, il che equivale a una diminuzione del 21 p.c. (192 casi l’anno scorso quando sono state denunciate 247 persone). Si tratta di liti nei luoghi pubblici (40), mancata tutela degli animali (22), comportamenti aggressivi (37), pestaggi (18), offese a pubblico ufficiale (10), nonché di lesioni della morale (3). Le altre infrazioni (462 in tutto, il 41 p.c. in meno) riguardano la violazione della Legge sulla carta d’identità (152), detenzione di droghe per uso personale (117), violazione della Legge sugli stranieri (39) ecc. È migliorata pure la situazione nel traffico, in quanto si è avuta una diminuzione di incidenti pari al 13 p.c. (267, quindi 38 in meno). Negli scontri sono rimaste vittime 95 persone: una purtroppo ha perso la vita, 12 sono rimaste gravemente ferite e 82 in modo leggero. Allo stesso tempo sono state evidenziate 7.999 trasgressioni, l’anno scorso invece 9.397. Le infrazioni più frequenti sono la velocità sostenuta (1.846, ossia il 23 p.c.), la guida in stato etilico (545, il 7 p.c.), il sorpasso azzardato (124, il 2 p.c.) e via dicendo. Infine, a tutto settembre sono stati registrati 74 incendi (48 all’aperto, 17 negli stabili e 9 ad automobili).

Facebook Commenti