Giovani. Un piano d’azione per aprire la porta del domani

La Regione istriana si fa promotrice di un appuntamento in agenda venerdì prossimo alla CI di Pola per definire le strategie del futuro

I giovani per i giovani: nuovo appuntamento in Comunità

Si chiama Piano d’azione giovani 2021-2025, ed è lo strumento fondamentale con il quale la Regione istriana intende pianificare e realizzare progetti sul territorio, rendendo operative le finalità contenute nel documento strategico denominato Programma regionale per i giovani dell’Istria 2018-2022. Dalle parole, alla carta, ai fatti. Per compiere questi tre indispensabili passaggi ci si darà appuntamento alla Comunità degli Italiani di Pola, il prossimo 17 settembre, Giornata dei giovani, quando si organizzerà un panel per dibattere le linee guida e le modalità di stesura delle teorie sulla base delle quali costruire la pratica. La discussione in merito, che verrà moderata dalla Fondazione regionale pro partenariato e sviluppo della società civile, vedrà partecipanti i membri dei consigli giovanili della Regione e delle Città istriane, gli affiliati agli enti e alle società giovanili di tutta la penisola, nonché i rappresentanti delle autorità cittadine incaricati delle questioni e problematiche giovanili. Il presidente della Regione istriana, Boris Miletić, è del parere che si è pronti a rafforzare le azioni progettuali dedicate ai giovani da realizzare negli anni a venire, toccando più da vicino tutti quegli aspetti che rappresentano gli interessi (settori e piani d’attività, eventi, vita pubblica, culturale, iniziative varie) delle nuove generazioni. “La pianificazione del futuro deve essere fortemente indirizzata verso i giovani e allo sviluppo delle politiche giovanili, altrimenti ci chiuderemo la strada del domani. I fautori della politica odierna devono sobbarcarsi la responsabilità di stimolare l’inserimento attivo dei giovani nella società in cui vivono, devono creare migliori condizioni formative-profesisonali, di lavoro e di vita in Istria”, ha dichiarato il presidente della Regione istriana, Boris Miletić.

 

Va segnalato che è stata la stessa Regione istriana a proclamare la Giornata dei giovani ancora nel 2019, su iniziativa del Consiglio giovanile della Città di Rovigno e in collaborazione con gli altri consigli delle Città istriane. Dopo che si era parlato di pianificazioni europee, di prospettive giovanili nell’ambito del settore dell’industria turistica, pure in occasione di una consultazione limitata all’online, a causa del coronavirus nel 2020, si torna dunque alla carica. Sarà questa la terza edizione di un raduno anche dal vivo, che produrrà idee e creerà rete di iniziative.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.