Pasqua è anche amore e accettazione reciproca

In occasione delle festività, gli auguri di monsignor Dražen Kutleša e di Fabrizio Radin

Loris Peršurić, Dražen Kutleša e Adriano Jakus

In ricorrenza delle festività pasquali, l’arcivescovo coadiutore della Diocesi di Spalato e di Makarska nonché amministratore apostolico di quella parentino-polese, monsignor Dražen Kutleša, ha ricevuto presso la sede vescovile il sindaco di Parenzo Loris Peršurić e il presidente del Consiglio municipale Adriano Jakus.

 

Peršurić ha ringraziato il Vescovado per il costante sostegno e l’ottima collaborazione ai progetti a favore della cittadinanza e dei fedeli. Mons. Kutleša ha colto l’occasione per augurare a tutti una buona e felice Pasqua. “La Pasqua si realizza ogni volta che una persona accetta l’altra persona, quando l’aiuta, soprattutto se è in difficoltà, malata o sola, quando non giudica gli altri, perdona e prega per il perdono, quando si sacrifica e prega per gli altri, disinteressatamente ama gli altri, ama Dio. Auguro a tutti i fedeli e a tutte le persone di buona volontà abbondanza di pace, gioia, salute, felicità e la benedizione di Dio per la Pasqua”, ha dichiarato.

Ad augurare buona Pasqua all’arcivescovo e a tutti i fedeli della Regione istriana è stato ieri, in un comunicato stampa, pure il facente funzione di presidente della Regione, Fabrizio Radin, secondo il quale, oggi, più che mai, “ci servono solidarietà, bontà e comprensione reciproca”. “Anche se festeggiamo un’altra Pasqua segnata da misure restrittive, non scordiamoci che la gioia nei nostri cuori e la spiritualità non conoscono limiti”, ha concluso il suo messaggio Fabrizio Radin.

Facebook Commenti