Cinquecento alberi per fare bella Parenzo

L’azione nel 2019 nel Comitato locale “Anka Butorac”

Da oggi al 29 novembre si svolgerà a Parenzo l’azione “Pianta un albero, non essere un ceppo”, con la quale si metteranno a dimora 500 alberi (di cui 300 saranno distribuiti ai cittadini) e oltre 500 piantine. Si tratta di un’iniziativa a livello nazionale, promossa dall’omonima associazione, avviata a Parenzo per la prima volta l’anno scorso. Complessivamente, nel 2019 sono state impiantate con quest’azione più di 60mila piantine. Il coronavirus ha fatto rimandare l’azione nazionale alla prossima primavera, Parenzo però è pronta a realizzarla ora.

 

L’azione si svolgerà in due parti. La prima interesserà i Comitati locali, che pianteranno gli arbusti nelle aree prescelte in accordo con le autorità comunali. La seconda sarà indirizzata ai cittadini con la distribuzione delle piantine, in data ancora da definirsi, per questioni epidemiologiche.
“L’anno scorso – così il sindaco di Parenzo, Loris Peršurić, molto vicino a queste azioni – l’iniziativa ha interessato asili, scuole, parchi gioco, sentieri e spiagge, con la messa a dimora di lauri, palme, pini, lecci, castagni, fichi, mandorli e altre specie, rinvigorendo i boschi danneggiati dai temporali estivi. Alle azioni hanno preso parte i rappresentanti di Comitati locali, i cittadini e un gran numero di bambini. Anche quest’anno invitiamo tutte le parti interessate – aziende, associazioni, club o privati ​​- a unirsi a noi a piantare un albero, contribuendo alla creazione di una Parenzo ancora più bella e più verde, per la gioia delle future generazioni.”

Facebook Commenti