21 km attraverso l’Istria sulla vecchia ferrovia

Progetto ICARUS. Presentato il sentiero ciclistico che collegherà Rovigno e Canfanaro lungo l’ex percorso su rotaia

Gli attori di Istra Inspirit

“21.000 metri attraverso l’Istria: storia della vecchia ferrovia”. Questo il titolo dell’evento presentato ieri tra Rovigno e Canfanaro a cura dell’Agenzia istriana per lo sviluppo (IDA) nell’ambito del progetto ICARUS, finanziato dal programma di collaborazione transfrontaliera Italia – Croazia ai fini di promuovere una serie di attività volte a collegare la costa all’entroterra, in primo luogo su rotaia e in bici.
Come ha spiegato il direttore del’IDA Boris Sabatti, a tale scopo con le Ferrovie di Stato si è addivenuti a un accordo in base al quale in settembre alcuni vagoni ferroviari saranno ristrutturati e adibiti al soggiorno dei ciclisti. Inoltre, lungo il previsto percorso, saranno allestiti dei pannelli informativi e dei punti di ricarica per le bici elettriche. Determinante in tale contesto la collaborazione tra la Città di Rovigno e il Comune di Canfanaro, località a suo tempo collegate da una ferrovia lunga 21 chilometri, il cui tracciato sarà proposto come sentiero ciclistico.

Claudia Pučić, Marko Paliaga, Boris Sabatti e Sandro Jurman

L’iniziativa ha ottenuto vasti favori della popolazione locale e andrà ad arricchire l’offerta turistica dell’area anche nella bassa stagione turistica. Soddisfatti sia il sindaco di Rovigno Marko Paliaga, che il suo omologo di Canfanaro Sandro Jurman, sicuri che la “vecchia ferrovia” andrà a rafforzate ulteriormente la sinergia tra le due autonomie locali. Come ha rilevato Claudia Pučić, responsabile del progetto ICARUS, a partire da settembre, quindi, da Pola sarà possibile recarsi a Canfanaro in treno, per poi proseguire alla volta di Rovigno su due ruote attraversando un suggestivo ambiente naturale.
A rendere il tutto più affascinante, ci hanno pensato gli attori della pluripremiata compagnia Istra Inspirit, che hanno rappresentato un viaggio nel tempo in cui famosi personaggi potevano viaggiare da Rovigno a Vienna in treno.

Facebook Commenti