Vandalismo a Fiume, un deja vu

A farne le spese stavolta la zona verde-ecologica in via della Ruota

Foto fiuman.hr

Non hanno fine gli episodi di vandalismo gratuito e danneggiamento di beni pubblici a Fiume. A farne le spese stavolta, scrive il sito fiuman.hr, la zona verde-ecologica in via della Ruota: lo spazio è stato devastato, piante divelte, arredamenti in legno demoliti, un triste dejavu che era iniziato prima di Natale con la distruzione delle palle (contenenti messaggi d’augurio) poste sull’albero di fronte al Comune.
Da quel momento è stata un’inaudita escalation di manifestazioni violente nelle forme più animalesche per quelli che dovrebbero considerarsi esseri viventi pensanti. Evidentemente gli zombie sono tra di noi: la violenza resta il loro unico modo d’esprimersi.
Desta perplessità d’altra parte l’immobilismo di chi dovrebbe garantire alla città sicurezza e vivere sereno, anche perché appare evidente che dietro a tutto c’è un gruppo organizzato: un fatto isolato può essere casuale, tanti invece fanno pensare a una serialità sistematica tipica di un’organizzazione con chissà quali finalità .
Chi paga è il cittadino che si sente sempre meno sicuro in una città sempre meno porto del multiculturalismo, sempre più regno di vandali impuniti. Dopo l’ultimo episodio, sabato mattina in via della Ruota c’è stata una protesta cittadina pacifica contro ogni forma di vandalismo a Fiume.

Facebook Commenti