Il partito Centar pronto per le elezioni anticipate

Interrotta la collaborazione con la Lista indipendente di Davor Štimac. Il consigliere Marin Račić va avanti da solo

0
Il partito Centar pronto per le elezioni anticipate
Marin Račić assieme ai suoi collaboratori. Foto: RONI BRMALJ

La maggioranza nel Consiglio cittadino non esiste e l’opzione di elezioni anticipate è sempre più vicina. A dichiararlo, a mezzo stampa, è stato il vicepresidente del partito Centar e consigliere cittadino indipendente Marin Račić. “Sin dall’inizio di questo mandato si è potuto capire che la maggioranza nel parlamento cittadino non esiste. Per tutte le questioni importanti che sono state discusse in sede di Consiglio, il sindaco Filipović ha avuto bisogno dell’aiuto di altri partiti politici. Così è successo nel caso dell’accorpamento della Rijeka plus e della Rijeka promet, quando il sostegno è giunto dall’HDZ, mentre per la questione della vendita del lotto per la nuova Autostazione in Žabica, l’aiuto è arrivato dal Most. Per quanto concerne la questione che ha visto protagonista il sovrintendente del TNC ‘Ivan de Zajc’, Marin Blažević, l’appoggio al sindaco non è giunto nemmeno dai partner di coalizione dell’SDP”, ha spiegato Račić in conferenza stampa, affiancato per l’occasione da altri esponenti del Centar.

“Filipović, quindi, non detiene la maggioranza nel Consiglio cittadino e questo potrebbe significare che per ogni decisione sarà necessario trattare con chi sarà disposto a sostenerla. Il nostro scopo non è dovere negoziare per qualsiasi questione importante che riguardi la Città, per cui è possibile l’opzione che si vada alle elezioni anticipate. Bisogna vedere come verrà votato il Bilancio 2023 e chi lo sosterrà. Nel caso dovesse venire bocciato, sono previste le elezioni anticipate. Il partito Centar dispone sia delle risorse umane che del programma per presentarsi alla elezioni. Nel caso in cui, invece, il sindaco Filipović decidesse di mettere alla prova la fiducia degli elettori, sono pronto a candidarmi anch’io”, ha dichiarato Račić, concludendo che comunque né maggioranza, né opposizione desiderano si arrivi alle elezioni anticipate. L’obiettivo è di sostenere tutti i punti all’odg importanti per la Città, oppure di bocciarli, ma in maniera argomentata.

«Divorzio» pacifico
Marin Račić ha reso noto che il partito Centar ha interrotto la collaborazione con la Lista indipendente di Davor Štimac all’interno del Consiglio cittadino. Ricorderemo che Račić era diventato consigliere cittadino dalle file della Lista di Štimac. “Alle scorse elezioni, sia a livello cittadino che regionale, i candidati del Centar figuravano negli elenchi comuni delle Liste di Davor Štimac e Iva Rinčić. Ora è giunto il momento di proseguire da soli. Si tratta di un accordo pacifico, in quanto la collaborazione è stata eccellente. La Lista indipendente era formata da un gruppo di persone che avevano deciso di presentarsi alle elezioni insieme. Per questo motivo il nome Centar è stato messo da parte, mentre i candidati, me compreso, sono stati inclusi nella Lista. Ora ognuno percorrerà la propria strada”, ha concluso Račić spiegando che continuerà fare parte del Consiglio cittadino come consigliere indipendente senza un gruppo consiliare.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display