Fiumanka. La passione di una 20.enne

FIUME | Dal 6 al 9 giugno, nel suggestivo specchio d’acqua “incastrato” tra le montagne alle spalle di Fiume e le isole del Quarnero, si svolgerà la 20ª edizione della tradizionale regata Fiumanka. Sono passati infatti ormai due decenni da quando alcuni entusiasti della vela hanno deciso di regalare alla città, in onore dei festeggiamenti di San Vito e Modesto e Santa Crescenzia, una manifestazione che possa con gli anni emulare la sorella maggiore triestina, la Barcolana. Oggi la Fiumanka è una rassegna riconosciuta e apprezzata in tutt’Europa, un perfetto connubio tra sport, promozione turistica e collaborazione economica. Quest’anno, in tre giorni di gara, è annunciata la partecipazione di circa 200 imbarcazioni e un migliaio di velisti in uno spirito decoubertiano. “L’importante è partecipare”, che nel caso della Fiumanka diventa “Hai una barca, hai una vela: partecipa!”. A sette giorni dall’evento, la Fiumanka 2019 è stata presentata ufficialmente nella sala conferenze dell’albergo Bonavia alla presenza di diverse autorità cittadine.

Obersnel: «Ho versato sangue…»

Ad annunciare la regata è stato, tra gli altri, anche il sindaco Vojko Obersnel, uno dei fedelissimi. Il primo cittadino ha partecipato sin dalla prima edizione in diversi ruoli, da quello di membro dell’equipaggio a patrocinatore della manifestazione. “Mi ricordo benissimo di quegli anni, quando diventai sindaco di Fiume. Alcuni entusiasti della vela vennero da me, parlandomi di un progetto che avrebbe portato a Fiume centinaia di barche. Confesso che all’inizio ero molto scettico, ma decisi comunque di offrire loro il dovuto sostegno. Oggi, a distanza, di vent’anni, non posso che essere felice di averlo fatto. Ai qui presenti organizzatori, Davor Perović e Ljiljana Ivetac, faccio i complimenti e auguro loro almeno altri vent’anni. La Fiumanka ha cambiato per sempre il modo con il quale i fiumani osservano la loro città e in particolare la riva. In quanto a me, ho sempre partecipato alla manifestazione e continuerò a farlo. Anzi, se ricorderete bene, talvolta ho anche versato sangue per la Fiumanka”. Obersnel, per chi non lo sapesse, ha in passato rimediato infortuni, ferite e insolazioni mentre veleggiava sul mare blu e sotto il cielo azzurro.

Il mare è salutare e ringiovanisce

Al sindaco, come del resto a Marina Medarić, vicepresidente della Regione litoraneo-montana, al direttore dell’Ente turistico cittadino Petar Škarpa, al responsabile commericiale della Port Authority Rajko Jurman e ai tanti rappresentanti degli sponsor (INA su tutte), Perović e Ivetac hanno consegnato dei riconoscimenti per ringraziarli del sostegno dato nel corso degli anni. Davor Perović sembra essere il classico esempio che il mare è un… ottimo rimedio contro la vecchiaia. La sua lunga chioma di capelli non è cambiata nel corso degli anni e chi lo conosce bene dice che sembra addirittura ringiovanito. “Dite? Sarà anche vero, ma vi garantisco che comincio a sentire il peso degli anni sulle spalle. Scherzi a parte, andiamo avanti con lo stesso entusiasmo del primo anno. La Fiumanka è diventata un marchio importante e vogliamo che rimanga così. Adesso, però, mi fermo perché preferisco che siano i fatti a parlare. Ci vediamo in barca fra qualche giorno!”.
La Fiumanka è aperta a tutti coloro che hanno tanto entusiasmo e un po’ di esperienza, con l’ormeggio gratis per i partecipanti. La novità principale di quest’anno è che la regata potrà venir seguita anche per mezzo degli occhiali con tecnologia VR per un’esperienza indimenticabile in formato tridimensionale. Annunciata anche la diretta streaming sui social network. La regata centrale, nota come Grande Fiumanka, è in programma sabato 8 giugno. La cerimonia di premiazione è in programma verso le 20.30, accompagnata dai tradizionali fuochi d’artificio che illumineranno il cielo sopra Fiume.
Il giorno prima, con inizio alle 14, ci sarà la 7ª edizione della “Regata europea per i mass media”. Prevista la partecipazione di numerose case nazionali e internazionali, quest’ultime provenienti da Austria, Slovenia e Ungheria.
Una parte della Regata per i mass media si disputerà anche nell’ambito della Grande Fiumanka. Domenica, con inizio alle ore 11, a chiudere la manifestazione sarà la decima edizione della Rotary Fiumanka, che avrà carattere umanitario.

Sport, ma anche tanto altro

La manifestazione avrà ovviamente anche carattere promozionale e imprenditoriale. L’ouverture al lato sportivo sarà rappresentata dal forum economico Adria4Blue, in organizzazione della Camera di economia della Regione litoraneo-montana. In quanto al programma musicale e d’intrattenimento, previsti concerti nel Terminal e nel Molo Carolina. Venerdì spazio ai Kantridersi e a Colonia, mentre sabato ci sarà il disco party Blame It On The Boogle e il concerto delle band Disco Magic e Grapevine babies.

Facebook Commenti