«La cucina delle nonne» sugli schermi televisivi

Il progetto del Centro regionale di Capodistria sull’eredità delle saline realizzato con il contributo della CNI di Pirano

L’équipe televisiva durante le riprese

Prossimamente sui piccoli schermi sarà presentato l’ampio progetto che il Centro regionale radiotelevisivo di Capodistria ha realizzato a giugno in collaborazione con la CAN di Pirano, la CI “Giuseppe Tartini”, l’Istituto per la tutela dei beni culturali e il Museo del mare “Sergej Mašera” di Pirano. Si tratta di un ciclo di dieci trasmissioni in lingua slovena e italiana intitolato “La cucina delle nonne – L’eredità delle saline” che metterà in luce la ricchezza della tradizione gastronomica istriana, sottolineando l’importanza di preservare la produzione tradizionale del sale. Il filo conduttore del programma, condotto da Branko Vrabec e Nina Klaut, è di presentare il prezioso patrimonio culturale e naturale dell’area protetta delle saline. Ciò comprende anche i piatti tradizionali che vengono tuttora preparati dalla gente del posto, a dimostrazione che le ricette sono state tramandate da generazione in generazione. A partecipare alla produzione, con teatro le aree di Fontanigge, Strugnano e Parezzago, è stata la popolazione locale, la cui vita è in diversi modi legata alle saline e all’industria del sale. Davanti alle telecamere, come testimoniato nelle foto di Dragan Klarica, hanno preparato oltretutto alcuni dei piatti che anche i loro antenati erano consueti mangiare, ad esempio le “sepe sofigade” nella dimostrazione dello chef Sergio Vuk. Un tesoro inestimabile che è stato raccontato da diverse prospettive, pertanto è stata data voce anche agli esperti della tutela del patrimonio. “I telespettatori sono abituati a guardare programmi di cucina con famosi chef che sono abili davanti alle telecamere. Ma certamente mancano di autenticità, sincerità e, soprattutto, di quell’immagine popolare che i nostri programmi di cucina incentrati sul sale e le saline sicuramente hanno”, ha sottolineato Mojca Petrič Bužan, caporedattrice responsabile del programma televisivo regionale, aggiungendo che “saremo felici se, oltre a scoprire l’eredità dei salinai, gli spettatori riceveranno qualche spunto per ricette nuove e cucineranno uno dei piatti presentati”. Il programma andrà in onda dal 24 ottobre ogni domenica alle ore 12,40 su TV SLO 1 sino al 26 dicembre.

La preparazione delle “sepe sofigade”

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.