Impatto ambientale da tenere d’occhio

Comizi dei cittadini interessati dalla tratta Capodistria-Divaccia

L’incontro sul secondo binario a Villa Decani

Il progetto per la costruzione del secondo binario sulla tratta ferroviaria Capodistria-Divaccia e delle ricadute che avrà sull’ambiente, è stato tema di discussione ai comizi degli abitanti di Scoffie, Villa Decani e San Sergio. Dai responsabili della ditta statale “2TDK”, incaricata della complessa opera, hanno ascoltato i dettagli dell’investimento. In apertura il sindaco di Capodistria, Aleš Bržan ha assicurato che la sua amministrazione seguirà con attenzione l’evolversi degli eventi e che sarà fatto tutto il necessario per ridurre al minimo l’impatto che la struttura avrà sulla vita dei residenti lungo i binari.
A questo scopo è stata costituita anche una commissione di esperti che, assieme alle comunità locali, dovrebbe riunirsi regolarmente per verificare i lavori e risolvere gradualmente i problemi incontrati. I progettisti delle Ferrovie e dell’Azienda per la gestione degli investimenti, hanno assicurato che saranno tenuti in debita considerazione gli appunti dei cittadini. Hanno chiesto però pazienza e comprensione, poiché gli interventi sul tracciato comporteranno inevitabili disagi. Sono di vitale importanza strategica per la Comunità locale e per il Paese tutto.
Il consulente del sindaco per l’infrastruttura, l’ambiente e gli investimenti, Danijel Božič, ha esortato i cittadini interessati a seguire con attenzione i lavori e a presentare alle rispettive Comunità d’abitato dubbi o domande, alle quali sarà data rapida risposta. Rimane, invece, senza replica la reiterata richiesta degli abitanti dei villaggi lambiti dai binari di ottenere un risarcimento per i danni causati dalla tratta ferrata.

Facebook Commenti