Trovato morto l’ex capo dei servizi segreti di Zara

Foto: Pixsell

L’ex capo dell’Agenzia per la sicurezza e l’intelligence (SOA) di Zara, Toni Matas, è stato trovato ucciso con un colpo d’arma da fuoco alla testa nei pressi di Knin. Non è ancora chiaro se si tratti di omicidio o di suicidio in quanto ai media sono giunte informazioni contrastanti, in base alle quali Matas avrebbe lasciato anche una lettera. Secondo i conoscenti della vittima, negli ultimi giorni Matas non aveva dimostrato segni di disagio, anzi pareva di buon umore e nessuno si sarebbe mai potuto aspettare una tragedia di questo tipo, La Polizia ha dichiarato anche che il corpo è stato trovato nella zona di Kravlja draga, tra Knin e Gračac e che in questo momento il luogo del rinvenimento è stato assicurato in modo da evitare contaminazioni delle prove. Gli agenti della scientifica, in collaborazione con la Procura di Sebenico, stanno effettuando il sopralluogo, mentre l’autopsia sul corpo si farà nel centro ospedaliero di Knin cercando di risalire non solo alla causa, ma anche all’ora del decesso. Ricordiamo che Matas era stato candidato da Karamarko alla funzione di capo della SOA. Ultimamente era direttore della sicurezza delle Poste. Di Matas si parlò qualche anno fa riguardo ad alcuni affari sospetti legati a Josipa Rimac e all’imprenditore Anto Sladić, nonché alle sovvenzioni agricole. Una decina di anni fa Matas aveva investito un pedone, uccidendolo sul colpo, ma il caso si era concluso con l’assoluzione del guidatore.

Facebook Commenti