Slovenia verso la ri-dichiarazione dello stato d’epidemia

Sempre peggio titola il sito siol.net. In Slovenia i numeri sono sempre più in crescita e sempre più allarmanti. Dopo i 5.605 test effettuati venerdì si registrano 897 nuovi contagi da Sars-Cov-2 : è l’ennesimo primato che non piace a nessuno. Un’infezione è stata segnalata in un cittadino sloveno all’estero. Il totale è quindi di 898, per una percentuale tamponi/contagi del 16%.  Altre quattro persone purtroppo hanno dovuto soccombere al virus e il totale ora ammonta a 182. Gli ospedalizzati sono 250, di cui 43 figurano ricoverati nelle unità di terapia intensiva. Comunque 28 persone sono state dimesse. Le infezioni attive nel Paese sono 6.082.
Da segnalare che a Capodistria oggi si registrano 7 nuovi casi di coronavirus, 2 a Isola e uno a Pirano.
Finora sono 12.418 i casi confermati di positività al coronavirus a fronte di 284.000 test eseguiti, ha riferito l’Istituto sloveno per la salute pubblica. “250 pazienti con Covid-19 sono in cura negli ospedali, il che significa che anche stando a questo parametro la Slovenia ha varcato il confine per l’adozione delle misure previste dalla fase rossa o la ri-dichiarazione dello stato d’epidemia”, ha detto il portavoce del governo Jelko Kacin.

Facebook Commenti