Slovenia: test Covid per gli insegnanti prima del rientro a scuola

La scuola riparte e le aule si ripopolano. Foto Dino Stanin/PIXSELL

Visto che martedì ci sarà il ritorno in classe degli alunni delle prime tre classi delle scuole elementari, la giornata di domani trascorrerà all’insegna dello screening di massa per 25-30mila insegnanti. Si tratterà, insomma, di un’operazione molto vasta che vedrà impegnati gli operatori sanitari nell’effettuare il test per il Covid-19. Gli insegnanti che risulteranno positivi, ovviamente, non potranno tornare a scuola. I cittadini possono sottoporsi volontariamente al tampone per il coronavirus ma per gli insegnanti le cose sono diverse. Se non effettuano il test per il Covid violano la precettazione al lavoro: questo quanto contenuto nel decreto varato dal governo. Nel documento si rileva inoltre che gli insegnanti in classe devono sempre indossare la mascherina mentre gli alunni ne possono fare a meno mettendola poi durante la permanenza nei corridoi e nei cortili.
Da martedì inoltre riaprono pure gli asili in 9 delle 12 Regioni statistiche che presentano un quadro epidemiologico migliore. Continueranno con la didattica a distanza i ragazzi delle restanti cinque classi delle scuole dell’obbligo, delle medie, degli istituti di musica e delle università. Da domani inoltre autofficine, carrozzieri, gommisti e negozi con articoli per bambini riapriranno i battenti.
Per quanto riguarda il quadro epidemiologico, nelle ultime 24 ore è risultato positivo il 23,5 p.c. dei test molecolari che hanno confermato 503 nuovi contagi, e il 4,1 per cento di quelli rapidi con 34 nuovi casi. Nella giornata di sabato sono state registrate 31 vittime Covid.

Facebook Commenti