Slovenia, preoccupano ricoveri e decessi

Gianni Katonar
Il nuovo ingresso all’Ospedale di Isola

In Slovenia dopo i tamponi effettuati martedì, i casi di nuovi contagi ammontano a 2.217 su complessivi 7.515 test. La quota di positività è stata del 29,50%. 1.192 sono le persone in cura negli ospedali, tra cui 202 pazienti in terapia intensiva, 128 sono intubati e respirano grazie al polmone artificiale. Purtroppo è altissimo il numero dei decessi. Sono morti 40 pazienti (uno dei quali all’ospedale di Isola), il massimo dall’inizio dell’epidemia (il totale dei decesssi è salito così a 645).
Uno scenario allucinante, ma… “previsto'”, come emerso anche oggi dalle parole del portavoce del governo Jelko Kacin, che rende più concrete le speranze dell’esecutivo di poter essere fuori dal picco della seconda ondata entro la fine del mese, anche se continuano a preoccupare proprio l’alto numero di ricoveri e decessi. Infatti i posti letti a disposizione in alcune delle strutture ospedaliere sono sempre meno, nonostante si stiano aprendo nuovi spazi per accogliere i malati di Covid come ad esempio al Policlinico universitario di Lubiana, fatto evidenziato dal direttore generale dell’istituto Janez Poklukar.

Facebook Commenti