Sciame sismico a Petrinja. Ad Amatrice la terra trema da 3 anni

La distruzione a Petrinja dopo il sisma di martedì 29 dicembre

Le scosse di assestamento continuano a tenere in apprensione soccorritori e cittadini dell’area terremotati di Petrinja. Sono in molti a chiedersi quando la terra smetterà di tremare. Come è difficile (impossibile) prevedere un sisma altrettanto vale per lo sciame sismico che lo segue. Di tempo ce ne vorrà, anche parecchio come ci racconta l’esempio del terremoto di Amatrice nel Lazio. Ancora oggi dopo 3 anni non c’è pace per gli italiani che vivono nell’Italia centrale. Dal quel maledetto 24 agosto di tre anni fa, quando si è verificata una scossa di terremoto di magnitudo 6 tra Amatrice e Accumoli, la terra non ha mai smesso di tremare. A causa di questa terribile sequenza sismica, che sembra non avere mai fine, sono morte circa 300 persone e migliaia e migliaia sono ancora gli sfollati. E sopratutto non è quantificabile lo stress psicologico a cui è sottoposto chi vive nell’area. Per la gente di Petrinja nessuna rosea previsione. La sequenza sismica andrà avanti a lungo. La notizia buona è che col passare del tempo le scosse diventano gradualmente più deboli.

Facebook Commenti