«Putin? Era ragionevole, ma ci scontrammo sul rigassificatore di Castelmuschio»

0
«Putin? Era ragionevole, ma ci scontrammo sul rigassificatore di Castelmuschio»
L'ex Presidente croata Kolinda Grabar Kitarović. Foto: Igor Soban/PIXSELL

“Quando l’ho incontrato in veste di Presidente, è stata una conversazione lunga e difficile che è durata per ore. Si poteva parlare con lui allora ed era ragionevole. In nessun momento mi ha mancato di rispetto né come Presidente né come donna”. Queste le parole dell’ex Presidente croata Kolinda Grabar-Kitarović, durante un’intervista al telegiornale di Rtl Tv, sui colloqui avuti in passato con il capo del Cremlino, Vladimir Putin.

“Non eravamo d’accordo sull’allargamento della Nato, ma soprattutto avevamo delle visioni diverse sul rigassificatore di Castelmuschio (Omišalj) sull’isola di Veglia (di Krk) e sull’energia – ha aggiunto la politica fiumana -. Mi ha assicurato che il terminal Gnl quarnerino non sarebbe stato economicamente sostenibile e che avrebbe aumentato i prezzi del gas. Grazie a Dio, il governo croato è ancora andato alla realizzazione di questo progetto, ci salverà il prossimo autunno”, ha spiegato.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display