Le CI tengono vivo il senso d’appartenenza (video)

L’incontro con il primo cittadino di Pisino Renato Krulčić

Durante la loro tappa a Pisino l’Ambasciatore Pierfrancesco Sacco e il Console generale Davide Bradanini sono stati ricevuti dal sindaco Renato Krulčić, dal suo vice Veljko Brajković, da Maja Stranić Grah (titolare della Direzione municipale per l’economia, le finanze e il bilancio) e da Martina Brajković Mrak (responsabile dell’Ufficio della Città). All’incontro, svoltosi al Palazzo municipale hanno partecipato anche la consorte dell’Ambasciatore italiano Laura Fernandez Serch, il presidente dell’UI, Maurizio Tremul, il presidente della Giunta UI, Marin Corva, nonché la presidente della locale Comunità degli Italiani, Nensi Rabar Batovac e la sua vice Gracijela Paulović.
Durante la riunione il sindaco ha ricordato gli sforzi profusi per favorire i gemellaggi con le località italiane e il dialogo con la diaspora e la CNI pisinese. Ha sollecitato l’Ambasciatore a sondare l’eventuale interesse d’imprese e società italiane a investire nella nuova zona imprenditoriale di 120 ettari che sorgerà a Pisino al posto dell’ex poligono militare.
Krulčić ha chiesto all’Ambasciatore anche di favorire i processi di rientro in Italia della plastica di scarto destinata al riciclaggio importata in Croazia e stoccata nei pressi di Pisino da una succursale istriana di una società italiana incappata in problemi, scorie che hanno iniziato a creare disagi alla popolazione.
Nel proseguo della sua permanenza nel capoluogo amministrativo della Regione istriana, l’Ambasciatore Sacco e il Console generale Bradanini hanno visitato la sede della CI di Pisino, dove a porgere loro il benvenuto è stata la presidente del sodalizio, Nensi Rabar Batovac, che ha illustrato ai suoi ospiti la genesi del sodalizio, rinato nel 1992 e le attività svolte negli ultimi anni, a iniziare dalla pubblicazione di quattro libri bilingui italiano-croato (un quinto è in cantiere), per passare alla posa dei crocifissi nel cimitero in ricordo delle vittime italiane della Seconda guerra mondiale (in collaborazione con l’IRCI), al posizionamento di un bassorilievo in onore di Neresina Feresini sul Muro degli scrittori adiacente al Castello di Pisino e al Festival dedicato al compositore Luigi Dallapiccola. Ha annunciato anche la mostra filatelica dedicata a San Nicolò (Patrono di Pisino) programmata a dicembre. In questo contesto la CI di Pisino è riuscita a ottenere dalla Posta croata (HP) un annullo del primo giorno bilingue.
“Sono stato molto contento di questa giornata trascorsa tra Albona e Pisino. Ho avuto il piacere di dialogare con due sindaci molto attenti ai rapporti con le Comunità degli Italiani, molto vicini alle nostre Comunità e molto interessati anche ai rapporti con l’Italia e con le realtà imprenditoriali del nostro Paese. Ad Albona ho visitato sei aziende italiane molto dinamiche e innovative, investimenti importanti che concorrono a fare dell’Italia il quarto investitore estero in Croazia”, ha dichiarato l’Ambasciatore Sacco al termine del suo incontro con i connazionali pisinesi.
“Sia ad Albona sia a Pisino – ha proseguito – ho incontrato Comunità che curano molto le proprie sedi, che le vogliono migliorare. che svolgono attività e che tengono vivo il senso d’appartenenza in questa bellissima terra. A Pisino ho conosciuto una serie d’attività di vario genere, dalle bocce all’insegnamento della lingua italiana, coristiche e musicali. Ho trovato molta vivacità e molto dinamismo”. Nel corso dell’incontro con gli attivisti della CI di Pisino si è parlato anche del prossimo Censimento della popolazione in Croazia. Maurizio Tremul ha lanciato ai connazionali l’appello a dichiararsi italiani. L’Ambasciatore Sacco ha invitato a seguire in streaming l’evento dedicato a Dante.


L’Ambasciatore Sacco con la consorte e il Console generale assieme alle esponenti della CI
Grande interesse in Comunità per l’incontro con l’Ambasciatore

Facebook Commenti