La Qatar Airlines atterra all’aeroporto di Pola

qatar
Foto: Srecko Niketic/PIXSELL

Detto, fatto. Nel weekend un aereo della Qatar Airways per la prima volta ha fatto scalo all’aeroporto polese, proveniente da Doha, capitale del Qatar. A bordo viaggiava la nazionale di calcio di questo Paese, giunta in Istria per svolgere gli allenamenti a Rovigno. Che negli ultimi tempi, per le condizioni e le qualità di sistemazione offerte, evidentemente è divenuta una destinazione preferita sia per i club (nostrani e stranieri) che per le nazionali di calcio; tra le altre quella della Croazia.
Va detto nella circostanza che il Qatar l’anno prossimo, salvo imprevisti, dovrebbe ospitare il Mondiale di calcio. La succitata compagnia aerea al momento mantiene linee tra Doha e Zagabria, tre volte alla settimana, al lunedì al mercoledì e al sabato, che dovrebbero svolgersi nell’arco di tutta la stagione turistica sino alla fine del settembre prossimo. La Qatar Airways ha iniziato le tratte per Zagabria ancora nel 2012, tramite Budapest, per poi stabilire una rotta fissa con la nostra capitale e aumentare costantemente il numero dei voli. Tanto che nel 2019 nella rotta si svolgevano ben due voli giornalieri. Causa l’epidemia da coronavirus e la conseguente crisi a livello mondiale, la compagnia del Qatar in un primo momento aveva cancellato i voli verso Zagabria, per poi ridurli a uno settimanale e infine abolirli del tutto anche nell’alta stagione turistica. Dal 12 giugno sino al 30 settembre la Qatar Airwais, come pianificato, svolgerà 48 voli di andata e ritorno tra le due capitali, per complessivi 12.672 passeggeri in entrambe la direzioni, molti di meno rispetto alla stagione record 2019. Sulla tratta saranno impiegati gli aeroplani minori della compagnia, gli A320 con 132 posti. Sino all’inizio della pandemia la Qatar Airways, accanto alle Turkish Airlines, Emirates e Korean Air, era tra le maggiori compagnie aeree a livello mondiale, della quale si servivano i turisti della Cina, della Corea del Nord, della Thailandia, del Giappone, dell’Australia e di altri Paesi per giungere in Croazia.

Facebook Commenti