Il saluto di Berlusconi agli italiani in Croazia (video)

Il leader di Forza Italia partecipa ai lavori del Congresso del Partito popolare europeo in corso a Zagabria

Silvio Berlusconi durante i lavori del Congresso del PPE a Zagabria. Foto Goran Stanzl/PIXSELL

Nonostante la fitta agenda e i numerosi incontri che lo vedono impegnato a Zagabria nell’ambito del Congresso del PPE, il leader di Forza Italia, il presidente Silvio Berlusconi, ha trovato il tempo anche per La Voce del Popolo.
Nel rivolgere un saluto ai connazionali in Croazia ha detto di essere consapevole e lieto delle simpatie delle quali gode nel Paese. “So che in Croazia ci sono molte simpatie nei confronti dell’Italia. So anche che in Croazia ci sono tantissime simpatie anche nei confronti nostri e del nostro movimento politico. Mi vengono espresse anche personalmente simpatie e apprezzamenti per quello che io ho cercato di fare in Italia e in Europa nella politica continentale”, ha detto Berlusconi. “Noi – ha proseguito -, e in Croazia lo sanno, siamo i continuatori della tradizione liberale, democratica e garantista dei Padri fondatori dell’Europa e dei principi fondamentali della politica e della civiltà occidentali. Sono molti in Croazia coloro che credono in questi principi. A loro mando un saluti di tutto cuore, augurandogli di poter, nella loro Croazia, realizzare tutti i sogni e i progetti che tengono nella mente e nel cuore, per loro e per le persone cui vogliono bene”, ha dichiarato il leader azzurro.

Il nostro reporter Krsto Babić con il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi

Parlando di temi prettamente europei, il presidente Berlusconi ha rilevato la necessità di tornare a parlare della creazione delle Forze armate europee. “L’Europa oggi non conta nulla. Dunque bisogna iniziare a pensare e a riportare l’Europa a essere importante, a potersi sedere al tavolo con le potenze mondiali: USA, Federazione russa e Cina. Bisogna, come avevano detto i nostri padri fondatori, avere delle Forze armate comuni. Soltanto così l’Europa potrà diventare una potenza militare a livello mondiale e potrà sedersi al tavolo assieme alle altre potenze militari”, ha affermato Berlusconi.

Facebook Commenti