Fiume. Ora conto alla rovescia verso il Carnevale numero 37

Un carro allegorico durante la Sfilata di Carnevale 2019. Foto Željko Jerneić

Chi non è stanco di feste e bagordi che si concluderanno lunedì con la Befana, guarda già, calendario alla mano, agli eventi di Carnevale che “quest’ano l’ariva presto” (17 gennaio-26 febbraio 2020). Subito dopo la Befana, il giorno 7 gennaio una mostra nell’ambito dei vent’anni dell’attività del gruppo carnevalesco “Prijatelji-Amici” nella sede del comitato di quartiere di Podvežica dà il via alle iniziative in maschera a Fiume e nei comuni dell’anello che la circonda. Il giorno dopo, l’8 gennaio si sale sull’ex traghetto Marina, ancorato in porto e trasformato in ostello. Alle 20 è calendarizzata la “Notte della crinolina”, una serata a sfondo umanitario. Il 17 gennaio nei villaggi dell’entroterra fiumano come tradizione vuole per San Antonio (Antonja), al suono del corno si dà il via alle feste in maschera ed è previsto issare su un asta Messer Carnevale, un pupazzo a cui verranno dati sembianze e nomi più inverosimili in modo da deridere la persona che ha contraddistinto l’anno in qualsiasi maniera sia.
Probabilmente a intuizione nel mirino ci sarà il vincitore delle prossime Presidenziali o chi ne uscirà sconfitto. Altri temi d’interesse la Presidenza croata del Consiglio Ue e di conseguenza il premier Andrej Plenković. Gli addetti ai lavori sono impegnati a trovare il nome giusto che sappia di sonora burla… Lo stesso giorno, ma alle 20, al Palasport di Tersatto si sceglie Miss Carnevale (al momento è Nikol Marelja Bošnjak a detenere lo scettro): ogni gruppo in maschera propone una ragazza che più che bella (un po’ attraente lo deve essere, anche l’occhio vuole la sua parte) sappia distinguersi per allegria, spensieratezza e che abbia il Carnevale nelle vene… In questa occasione il sindaco Vojko Obersnel consegnerà simbolicamente le chiavi della Città a Messer Toni, al secolo Anton Škrobonja.
II primo ballo mascherato del Carnevale 2020 si svolgerà già il 17 gennaio presso la Casa sociale di Pašac con inizio alle ore 21, mentre il 18 chi ama questo tipo di divertimento potrà darsi alle pazze gioie alla Casa sociale di Zamet (ore 20) e poi in un crescendo incontenibile avanti di questo passo fino al 23 febbraio quando a Fiume è prevista la grande sfilata mascherata (la numero 37) in Corso, che quest’anno con il fatto che Fiume è Capitale europea della cultura potrebbe raggiungere una cifra di partecipanti record. L’anno scorso il Carnevale fiumano è arrivato a quota 104 gruppi in maschera per quasi 11mila partecipanti. Come ogni anno, anche quest’edizione sarà preceduta dalla sfilata dei bambini (8 febbraio), quando sul molo Carolina la fiumana si terrà anche la gara di snowboard sulla neve, quando del manto bianco artificiale viene trasportato in centro e posizionato su un trampolino a un passo dal mare. Con il Monte Maggiore sullo sfondo è un panorama da pelle d’oca. Il 26 febbraio messer Carnevale viene giustiziato e dato alle fiamme.
Il Carnevale sotto forma di sfilate come lo conosciamo oggi viene organizzato dal 1982. La sfilata viene trasmessa in TV e inoltre si può seguire in streaming su Internet, presentando così il Carnevale fiumano al mondo intero. Dal 1995 Fiume fa parte della Federazione Europea delle Città del Carnevale (FECC) e il Carnevale fiumano è incluso nella lista dei 50 eventi più importanti in Europa. L’anno scorso come si viene a sapere dall’Ente turismo, grazie al Carnevale c’è stato un giro d’affari di quasi 2 milioni di kune.

Facebook Commenti