Fiume e Trieste. CEC ed ESOF: concordata collaborazione RAI-HRT

L'incontro a Palazzo municipale a Fiume. Foto: rijeka.hr

Fiume Capitale europea della Cultura e Trieste Capitale europea della Scienza (ESOF): questo il motivo dell’incontro a Fiume tra esponenti della RAI e della Radiotelevisione croata (HRT). In quali modalità collaborare: è stato questo il tema del vertice iniziato nell’Ufficio del sindaco Vojko Obersnel e continuato negli studi del centro regionale dell’HRT. Si è parlato pure di una maggior partecipazione, coinvolgimento o se vogliamo inclusione della redazione italiana di Radio Fiume. La RAI, come si legge nel comunicato stampa, è molto interessata agli eventi a Fiume nel 2020 nell’ambito del progetto CEC, e inoltre generalmente vuole elevare a un livello superiore la collaborazione con l’HRT, anche per la coincidenza con la nomina di Trieste Capitale europea della Scienza: due città una a 60 minuti di macchina dall’altra per le quali l’anno appena iniziato rappresenta un’opportunità, di rilancio, sviluppo, rinascita, nuovi orizzonti. Gli ospiti della RAI sono stati informati nei dettagli sul calendario degli eventi in programma nel corso dell’anno; hanno conosciuto il team che sta dietro e i responsabili.
Come detto all’incontro, la RAI sarebbe lieta di trasmettere grazie all’HRT un servizio sull’apertura di Fiume CEC il 1.mo febbraio prossimo e trasmesso in diretta una parte dell’apertura. Oltre al sindaco Obersnel e all’assessore alla cultura Ivan Šarar, all’incontro a nome dell’HRT hanno partecipato: Kazimir Bačić, direttore generale, Tanja Šimić, settore collaborazioni internazionali, Irena Hrvatin e Alen Čemeljić del centro HRT di Fiume, Kornelija Benazić, centro HRT di Pola, nonchè i rappresentanti delle redazioni in lingua italiana di Radio Fiume e Radio Pola. Da parte RAI all’incontro di Fiume hanno partecipato: Simona Martorelli, responsabile rapporti internazionali e affari europei, Guido Corso, direttore del centro RAI di Trieste, Caterina Pezzuto (responsabile gestione della sede) e Martina Repinc responsabile dei programmi in lingua slovena.
Due anni fa RAI e HRT hanno firmato un accordo di collaborazione. Entrambe le TV di stato sono incluse da tempo nelle associazioni dei media audio-visivi dell’area mediterranea, come ad esempio COPEAM e tramite le loro attività collaborano a progetti di educazione professionale, di coproduzione, documentari e coproduzione radio.

Facebook Commenti