Fiume e Istria. Tranquilla la notte più pazza dell’anno

I fuochi d'artificio nella notte di Capodanno a Fiume. Foto Željko Jerneić

Allegra, anche un po’ esagerata, ma pur sempre tranquilla, la notte di San Silvestro a Pola e in regione. A detta della Questura, nei numerosi appuntamenti che si sono svolti e che hanno attirato un grande numero di persone, non si è verificato nessun incidente di rilievo. Inoltre, e non è cosa da poco, non ci sono stati feriti causa il maneggio improprio di botti e petardi, così come non si sono registrati danni materiali. Nella notte di Capodanno è stato evidenziato solamente un caso di disturbo della quiete pubblica: verso la mezzanotte e cinque, in piazza Capitolina a Pola, un 40.enne ha aggredito fisicamente un 27.enne. Quest’ultimo ha avuto la colpa di avere rimproverato l’altro che stava gettando dei mezzi pirotecnici nelle sue vicinanze. Nel pestaggio il più giovane dei due ha avuto la peggio e ha dovuto cercare soccorso all’Ospedale cittadino, dove gli sono state riscontrate ferite di natura leggera. Per la vicenda il 40.enne dovrà rispondere al giudice per le trasgressioni. Un buon inizio d’anno, davvero.
Nel traffico si sono verificati tre incidenti, di cui due dovuti alla guida in stato d’ebbrezza e conseguente eccesso di velocità. Il primo risale alle 21.05 di martedì e si è verificato a Pola, nella rotatoria in Siana: un 30.enne ubriaco (1,65 g/l d’alcol nel sangue) e senza la cintura allacciata, alla guida di una Škoda con targhe polesi, causa la velocità sostenuta ha perso il controllo del veicolo. Sterzato a sinistra e uscito dalla carreggiata, si è schiantato contro un palo dell’illuminazione pubblica e alcuni segnali stradali. Nell’incidente un 21.enne, passeggero a bordo della Škoda, è rimasto ferito gravemente. Lesioni leggere per il 30.enne.
Altri due scontri sono avvenuti nel Rovignese. Il primo verso l’1.55 di ieri sulla regionale 5096, quando un 55.enne, al volante di un’Opel targata Pola, ha travolto un animale. Inoltre, verso le 3.20, a Rovigno, un 38.enne, con un tasso d’alcol nel sangue pari a 1,28 g/l, senza la cintura allacciata, alla guida di un furgone Citroen con targhe polesi, percorrendo via Radić e giunto all’incrocio con via della Gioventù non si è fermato allo stop e causa la velocità ha perso il controllo della vettura. Dapprima è finito contro un muro di cinta e una recinzione, poi si è ribaltato su un lato. Non bastasse, il 38.enne nel corso del controllo è risultato positivo al test antidroga. Dovrà vedersela con il pretore.
Regione litoraneo-montana
Nella Regione litoraneo-montana sono stati organizzati circa 30 eventi pubblici. Tra questi il Veglione di mezzogiorno a Fužine, al quale hanno partecipato circa 4.500 persone, e a Novi Vinodolski con circa 4mila. In entrambi i casi non ci sono stati casi di disturbo della quiete pubblica. In Corso, invece, ci sono state oltre 7.500 persone. Per quanto riguarda invece le varie feste organizzate dai ristoratori, la Polizia segnala una rissa tra un 28.enne e un 19.enne, entrambi sotto gli effetti dell’alcol, in un bar. Fermato inoltre anche un 45.enne che, sempre in stato d’ebbrezza, ha danneggiato un’attrezzatura musicale.
Nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio, sono stati registrati due casi di incendi: di bassa vegetazione nei circondari di Fiume e del tetto di un negozio a Veglia (Krk), dove sono stati accertati dei danni materiali. Entrambi gli incendi sono probabilmente stati causati da materiale pirotecnico.
Dalla Questura hanno comunque voluto ringraziare tutti i cittadini i quali con il loro comportamento, collaborazione e seguendo i consigli e le indicazioni della Polizia, hanno contribuito a celebrare l’arrivo del nuovo anno in modo allegro e senza eccessi.

Facebook Commenti