Donna istriana torna dalla Serbia ed esibisce test negativo falso

Il valico di confine di Bajakovo

La Polizia della Regione di Vukovar e dello Srijem ha arrestato tre donne, un’istriana (42 anni) e due dalmate (22 e 23 anni), che hanno tentato di superare il valico di frontiera di Bajakovo tra Croazia e Serbia, esibendo attestati di negatività al Covid-19 falsificati. Le donne dirette in Croazia sono sospettate di aver esibito i PCR contraffatti nell’intento di evitare di dover rispettare il periodo di autoisolamento una volta ritornate a casa. Gli agenti della polizia di frontiera, tuttavia, non si sono fatti ingannare e dopo aver osservato i moduli apparentemente emessi dall’Istituto per la sanità pubblica della Serbia, si sono accorti del tentativo d’inganno.

Facebook Commenti