Dalmazia. Turista italiano dorme in letto infestato da cimici

La dissaventura per il vacanziere del Belpaese si è verificata presso un affittacamere di Tučepi

Le cimici "catturate" dal turista, di cui ha scattato questa foto

Un italiano che da ormai 20 anni trascorre le vacanze a Tučepi, in Dalmazia, ricorderà l’estate 2019 per un’esperienza tutt’altro che piacevole, tantoché dargli torto è difficile. Dopo pochi giorni trascorsi presso un affittacamere privato nel centro di Tučepi, presso il quale risiedeva da anni, si è ritrovato con il corpo coperto da macchie rosse dovute a morsi d’insetti. Una scoperta che ha voluto condividere con il quotidiano Jutarnji List. Dopo aver notato le macchie rosse sul corpo, ha deciso di effettuare una ricerca su Internet e ha scoperto che si trattava di morsi da cimice dei letti, di cui il giaciglio era evidentemente infestato. Le punture sulla pelle, infatti, sono tra i primi segnali indicatori che il letto in cui si è dormito è infestato da cimici. La vittima potrebbe non essere sensibilizzata alle punture e potrebbe non sentire nessun prurito e confonderle successivamente con punture di altri insetti. È fondamentale ricercare la forma e la frequenza delle punture insieme ad altri fattori in modo tale da identificare se le punture sono causate da questo insetto. Generalmente è molto improbabile che le punture di cimici sveglino le vittime, come può invece accadere con quelle delle zanzare. Possono colpire ogni parte del corpo, ma in generale tendono a preferire le zone del corpo in prossimità dei vasi sanguigni vicini alla pelle.
Quello del turista italiano non è un fatto isolato: di casi simili se ne sono verificati anche altri, specie in affittacamere in cui l’igiene non viene particolarmente curata.
Di solito si tratta di affittacamere di basso livello con poche stelle. che ne indicano la qualità.Comunque, non è uno spot piacevole per il turismo croato, che quest’anno sta facendo già i conti con una flessione del numero di presenze.

Facebook Commenti