Croazia e Istria: turismo dimezzato

Nella prima metà di luglio nel Paese è stata registrata la presenza di un milione di vacanzieri

Disinfettante all'ingresso di una spiaggia di Vodice, vicino a Sebenico.. Foto Hrvoje Jelavic/PIXSELL

Nella prima metà di luglio in Croazia è stata registrata la presenza di un milione di turisti (ossia il 47% di quanti totalizzati nello stesso periodo dell’anno scorso) e circa 7,2 milioni di pernottamenti (vale a dire il 55% rispetto un anno fa). Un tanto emerge dal sistema eVisitor, che riassume le presenze turistiche realizzate nei settori commerciale, non commerciale e nautico. Del numero complessivo degli ospiti di luglio, circa 875mila gli stranieri, provenienti dai bacini d’utenza tradizionali, quali Germania, Austria, Slovenia, Italia e Repubblica Ceca; 125mila gli ospiti nazionali.
Per quanto riguarda la Regione istriana, nei primi 15 giorni di luglio questa è stata visitata da 263.856 turisti, circa il 47% in meno rispetto allo stesso periodo di un anno fa, quando si registravano 496.347 ospiti. Il numero dei pernottamenti ha invece raggiunto quota 1.891.899, ossia circa il 44% in meno rispetto a un anno fa, quando se ne registravano 3.386.751.

Facebook Commenti