Croazia. Pass vaccinale: ecco come funzionerà e da quando

In molti speravano che il 15 maggio si potessero avere maggiori riaperture, ma le attuali misure rimarranno in vigore per ancora un breve periodo. Però, il 1.mo giugno si dovrebbe assistere a una riapertura che non si vedeva dalla scorsa estate. Il tutto grazie al certificato digitale, che da quella data dovrebbe entrare in circolazione. Nel corso di questa  settimana saranno organizzati due eventi ai quali parteciperanno diverse persone che hanno sconfitto il Covid, che sono state vaccinate o che nelle precedenti 48 ore hanno effettuato il tampone (qui l’articolo) Se tutto andrà bene, dal 1.mo giugno si procederà con le riaperture quasi totali.
In quella data, come dicevamo, saranno emessi i pass vaccinali per poter accedere ai concerti, nei teatri, ma anche ai matrimoni e ai ristoranti al chiuso. In effetti si tratterà dell’emissione di un codice QR, come quello che sarà valido per l’attraversamento dei confini.
A detta della task force nazionale, il codice QR sarà emesso alle persone che sono state vaccinate con due dosi, a quelle che sono guarite dal Covid negli ultimi sei mesi e a coloro che effettueranno il test molecolare nelle 48 ore precedenti. “Per l’emissione ci affideremo alle esperienze dei lasciapassare che erano in vigore all’inizio della pandemia – spiegano fonti vicine all’Istituto nazionale per la salute pubblica -. Gli organizzatori degli eventi avranno a disposizione degli scanner per la lettura dei codici QR: se sullo schermo scatterà il colore verde, la persona potrà entrare. Con il rosso dovrà fare un passo indietro”. Sempre secondo i funzionari dell’Istituto, la tutela della privacy sarà garantita, perché il codice QR mostrerà soltanto uno dei due colori, senza indicare dati personali. La responsabilità degli organizzatori di concerti e altri happening sarà di cruciale importanza, anche se in questo senso sono già stati predisposti i controlli da parte degli organi preposti.
Tutti coloro che vorranno richiedere il certificato digitale, a patto di rientrare nelle suddette tre categorie, potranno farlo su un sito specifico o nel sistema e-Građani. La richiesta sarà elaborata in breve tempo e il certificato sarà reso  disponibile nel sistema stesso, ma anche agli sportelli degli uffici dell’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzjz). Successivamente è prevista anche la realizzazione di una app dove potranno essere inoltrate le richieste. Il pass vaccinale potrà essere esibito all’ingresso degli eventi o del ristorante sullo schermo del proprio telefonino o in forma cartacea.

Facebook Commenti