Confermato l’ergastolo a Ratko Mladić

Le "mamme di Srebrenica seguono la lettura della sentenz

Il Tribunale dell’Aja ha confermato oggi, martedì 8 giugno, in appello la condanna all’ergastolo per Ratko Mladić, il boia di Srebrenica. La sentenza è definitiva, senza ulteriori possibilità di ricorsi. I giudici dell’Aja hanno confermato le accuse di genocidio, crimini di guerra e contro l’umanità a carico dell’ex capo militare dei serbi di Bosnia, ribadendo il carcere a vita per l’ex generale. Ratko Mladić, 78 anni, ultimo criminale di guerra eccellente giudicato dalla giustizia internazionale, è stato riconosciuto responsabile in particolare per il genocidio di Srebrenica, dove nel luglio 1995 furono massacrati 8mila bosniaci musulmani, e per il lungo assedio di Sarajevo durante il conflitto armato in Bosnia ed Erzegovina del 1992-1995.

Facebook Commenti