Carlo Campanile è il nuovo Ambasciatore d’Italia a Lubiana

È nato a Napoli nel 1964. Nella diplomazia dal 1991

Carlo Campanile succede a Paolo Trichilo

“Al lavoro per sviluppare e realizzare le grandi potenzialità di collaborazione e partenariato fra Italia e Slovenia in una rafforzata cornice di cooperazione europea e centro-adriatica”. È questo il messaggio postato sul profilo Twitter ufficiale della Farnesina, con il quale il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (MAECI) augura buon lavoro a Carlo Campanile, nuovo Ambasciatore d’Italia a Lubiana.
Carlo Campanile è nato a Napoli nel 1964, si è laureato in Scienze Politiche presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli nel 1988 e nel 2008 è stato insignito del titolo di Cavaliere Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica. Entrato in carriera diplomatica nel 1991, dopo un periodo presso la Direzione generale per la Cooperazione allo Sviluppo, ha prestato servizio prima all’Ambasciata a Dakar e poi alla Rappresentanza permanente d’Italia presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo. Rientrato a Roma nel 2002, Campanile ha lavorato presso la Direzione generale per gli Affari politici multilaterali e diritti umani, per poi prestare servizio presso l’Ambasciata di Città del Messico e, successivamente, presso l’Ambasciata a Parigi. Rientrato a Roma nel 2013 alla Direzione generale per la Mondializzazione e questioni globali. Dal 2016 è stato Ambasciatore d’Italia a Mogadiscio. Promosso al grado di ministro plenipotenziario nel gennaio del 2017. Nel 2019 è rientrato al MAECI dove ha prestato servizio alle dirette dipendenze del direttore generale per l’Unione europea. All’Ambasciata italiana a Lubiana Campanile succede a Paolo Trichilo.

Facebook Commenti