Slovenia. Campeggi Lucia e Adria: sold out

Soddisfazione degli operatori turistici e ottime prospettive per il futuro

Il campeggio di Santa Lucia

Gli operatori del settore alberghiero sono soddisfatti riguardo l’andamento della stagione turistica, non lo sono da meno neppure quelli impiegati nel comparto dei campeggi. Nonostante un inizio tardivo, tirando le somme di questi mesi estivi, il campeggio Lucia di Portorose, gruppo Sava Hotels & Resorts, registra dall’80 al 90% di posti esauriti.

Camper al campeggio di Ancarano

Si preannuncia, quindi, una stagione di successo, nettamente migliore rispetto al 2020 e quasi al livello del 2019. La struttura degli ospiti è simile a quella dell’anno scorso, con il 70% costituito da ospiti sloveni.

Il campeggio di Isola

Nelle ultime settimane anche il campeggio Adria ad Ancarano ha raggiunto il tutto esaurito, particolarmente alta è la richiesta per i week-end. I numeri di agosto sono simili a quelli di luglio e le previsioni per il futuro sono buone, ha spiegato all’agenzia STA, il direttore dell’azienda turistica Adria, Aleš Semeja. Proprio come nel 2020, anche quest’anno predominano gli ospiti sloveni con circa l’80 per cento delle presenze. Sono aumentati i villeggianti di lingua tedesca e quelli provenienti dai Paesi Bassi. Il motivo potrebbe essere ricondotto al prestigioso riconoscimento assegnato al campeggio dall’associazione automobilistica ADAC, è convinto Semeja, “Nonostante la piena occupazione, la stagione di quest’anno è un po’ più tranquilla rispetto all’anno scorso, soprattutto perché gli ospiti, come noi, sono molto ben informati sulle misure e sui modi per riscattare i buoni turistici, quindi tutti i procedimenti vengono eseguiti più velocemente e senza grosse complicazioni”, ha concluso Semeja.

Facebook Commenti