2 giugno. Il messaggio del Consiglio della CNI della Regione istriana

Domani 2 giugno è la Festa della Repubblica, e in questa ricorrenza il Consiglio della minoranza italiana autoctona della Regione istriana ha voluto inviare un messaggio a tutti i connazionali. “Esattamente 74 anni fa, gli Italiani tramite refe- rendum scelsero la Repubblica quale forma dello Stato, prefe- rendola alla monarchia. Nella ricorrenza noi Italiani dell’Istria ci sentiamo uniti più che mai al grande Popolo italiano, di cui siamo parte integrante residente fuori dai confini nazionali”. “Per noi più che mai il 2 giugno è l’occasione per ribadire l’orgo- glio di appartenere a un popolo il cui genio, la creatività e la la- boriosità sono cementati nelle fondamenta della civiltà umana e universalmente riconosciuti – prosegue la nota –. Quest’anno la Festa della Repubblica viene celebrata in tono minore causa la pandemia, per cui vengono a mancare le occasioni di incon- tro e di scambio degli auguri. Tuttavia, il valore della ricor- renza deve rimanere integro nei nostri cuori e nei nostri affetti. Pertanto vi invitiamo a ricordare il 2 giugno in forma simbolica, ognuno nell’ambito delle pro- prie possibilità e prerogative. Sarebbe bello se le istituzioni della CNI esponessero la ban- diera italiana nel rispetto delle norme vigenti nel Paese, e se tutti noi nell’ambiente familiare o tra connazionali, onorassimo la ricorrenza con un piccolo ma significativo gesto o parole”, con- clude il comunicato firmato dal presidente Gianclaudio Pellizzer.

Facebook Commenti