In cantiere la squadra per la nuova stagione

I giocatori sono in vacanza, ma non gli uomini mercato della società

Simon Sluga durante un allenamento con la nazionale a Fiume // Nel Pavletic/PIXSELL

FIUME | Mentre i giocatori e lo staff tecnico del Rijeka si godono le meritate vacanze, il direttore sportivo Srećko Juričić e il suo vice Ivan Mance sono al lavoro per cercare di rinforzare ulteriormente la squadra in vista della prossima stagione. Il mercato è soltanto all’inizio, anzi non è neppure ufficialmente iniziato (primo luglio), ma sono già diverse le indicazioni di ciò che potrebbe accadere nelle prossime settimane. Al momento, di offerte concrete per giocatori non ce ne sono ancora, ma ciò non significa che non ci sia anche l’interesse. Simon Sluga, Dario Župarić e in particolare Ivan Lepinjica sembrano avere infatti più di un estimatore all’estero.
A fare il punto sulla situazione, come ormai da consuetudine, è il vicedirettore sportivo Ivan Mance. “Sluga è reduce da un’ottima stagione e vogliamo assolutamente che rimanga con noi. Se poi dovesse arrivare un’offerta irrinunciabile, ci siederemo e rifletteremo sul da farsi. Simon, però, non ha nessuna fretta di andare all’estero e vorrebbe rimanere ancora un po’ a Fiume. Rimanendo in tema di portieri – prosegue Mance – abbiamo offerto un contratto quadriennale a Prskalo. Oggi o domani ci incontreremo e ci farà sapere la sua decisione in merito. Lepinjica è riuscito ad attirare in poco tempo l’attenzione di grandi club europei ed è davvero difficile prevedere che cosa potrebbe succedere nelle prossime settimane. Personalmente ritengo che per il suo sviluppo e la sua maturazione sarebbe meglio che rimanesse per ancora almeno un anno al Rijeka. Parleremo con il ragazzo e la sua famiglia per capire le loro intenzioni e poi tireremo le somme”.
Dal mercato in uscita dipenderà in gran parte quello in entrata, anche se non necessariamente. A Rujevica vogliono assolutamente trattenere Antonio Mirko Čolak. Qui, però, la decisione finale spetta all’Hoffenheim, proprietario del cartellino. Al Rijeka confidano nella volontà del giocatore, che a Fiume si trova benissimo. Siccome il suo prezzo sale, la società tedesca potrebbe optare per il rinnovo del prestito e cederlo fra un anno a un prezzo ancora superiore a quello attuale. Mance, però, svela un nuovo particolare: “Non ci sarà alcun nuovo prestito, vogliamo riscattare il giocatore. Abbiamo già strappato il sì della società tedesca, che è stata molto corretta in proposito. Credo che nell’arco di 48 ore Antonio sarà a tutti gli effetti un giocatore del Rijeka”, conclude il vicedirettore sportivo, aggiungendo: “Tutti noi dobbiamo toglierci il cappello di fronte ad Alex Gorgon. Vi dirò soltanto che ha rifiutato tantissimo denaro per rimanere a Fiume. Quando pensavo che lo avevamo già perso, mi ha chiamato una mattina dicendo: prepara tutti i documenti e arrivo. Non riesco proprio a immaginarmi lontano dal Golfo del Quarnero”.

Facebook Commenti