Champions. La finale Chelsea-City a Oporto

Lo stadio stadio do Dragão di Oporto

La finale di Champions League tra Manchester City e Chelsea, in programma il prossimo 29 maggio, si giocherà allo stadio “do Dragao” di Oporto, anziché a Istanbul, come previsto. Lo ha annunciato la Uefa con una nota. “La finale di Champions League si trasferisce in Portogallo per consentire la partecipazione di 6.000 fan di ogni squadra. La finale era originariamente prevista allo stadio Olimpico Atatürk di Istanbul ma, in seguito alla decisione del governo del Regno Unito di inserire la Turchia nella sua lista rossa delle destinazioni di viaggio Covid-19, organizzare la finale avrebbe significato che nessuno dei fan dei club sarebbe stato in grado di viaggiare per vedere la sfida. Dopo un anno in cui i tifosi sono rimasti chiusi fuori dagli stadi, la Uefa ha pensato che fosse necessario fare di tutto per garantire la partecipazione dei tifosi delle due squadre finaliste. La Uefa ha discusso lo spostamento della partita in Inghilterra ma, nonostante gli sforzi esaurienti da parte della Federcalcio e delle autorità, non è stato possibile ottenere le necessarie esenzioni dagli accordi di quarantena del Regno Unito”, ha spiegato il massimo organo calcistico europeo.

Facebook Commenti