Calcio. Acuto di Vuk e l’Istra 1961 spera ancora

Foto: Srecko Niketic/PIXSELL

L’Istra 1961 ha battuto lo Slaven Belupo per 1-0 nel penultimo turno del campionato croato di calcio e quindi rimane in gioco per salvarsi dalla retrocessione. Matej Vuk, calciatore del Rijeka in prestito a Pola ha segnato il gol vittoria. Il primo tempo della partita di oggi è trascorso via a ritmi lenti senza emozioni. Nessuna delle due squadre ha avuto una buona opportunità per segnare. Da citare solo un discreto tiro di Bogojević. L’Istra col solito Hara è andata vicina al gol ma il nipponico ha preso male la palla da buona situazione.
Nell’ultima giornata i polesi saranno ospiti dell’Osijek.
Abbiamo guardato una ninna nanna nella prima metà, ma la seconda è iniziata furiosamente. Nella ripresa l’Istra è andato in vantaggio al 46 ‘. Prce ha fatto rimbalzare la palla davanti a Hara, ma solo sulla gamba di Vuk, che ha colpito l’angolino più lontano della porta di Filipović da una decina di metri. Dopo la rete, lo Slaven si è svegliato, Knoll ha avuto un buon colpo di testa al 47 ‘, e al 64′, quando in quest’ultima circostanza l’Istra è stato salvato dalla traversa. Ora i polesi sperano in un regalino del Rijeka che domani (domenica) affronterà il Varaždin, nuovo fanalino di coda. Quest’anno solo l’ultima retrocede direttamente di rango.

Marcatore: Vuk al 46′.
ISTRA 1961: Lučić, Hujber, Tomašević ( 78′. Silva -), Šutalo, Gonzalez, Halilović (72′. Perera -), Galilea, Bande (65′. Gržan 6), Ivančić 6,5, Vuk 7, Hara 6,5.
SLAVEN BELUPO: Filipović, Božić, Paracki (77′ Van Bruggen -), Prce 5,5, Bogojević, Lulić, (85′ Etoundi -), Mlinar, Bačelić Grgić, (57’. Glavčić ), Goda, Krstanović, Knöll .

Arbitro: Mario Zebec (Cestica).

Standings provided by SofaScore LiveScore

Facebook Commenti