Neda Šainčić Pilato, brilla una Stella a Visinada

Onorificenza per meriti nella promozione di lingua e cultura italiane

Foto ricordo per Neda Šainčić Pilato e il Console Paolo Palminteri. Foto Erika Barnaba

Conferimento dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia a Neda Šainčić Pilato: è questa la solennità che ha riunito nella Comunità degli Italiani di Visinada alcune delle più alte cariche dell’Unione Italiana e territoriali. È stato il Console generale d’Italia a Fiume, Paolo Palminteri, a consegnare l’onorificenza conferita per le particolari benemerenze nella promozione dei rapporti di amicizia e nella promozione dei legami con l’Italia.
Neda Šainčić Pilato, dopo una carriera lavorativa in qualità di direttrice finanziaria nel settore privato, si è dedicata con particolare entusiasmo ed efficacia alla promozione della lingua e della cultura italiana in Istria, attraverso il suo impegno nel sodalizio visinadese, nel quale, da oltre otto anni, ricopre l’incarico di presidente. Sotto la sua guida, la Comunità di Visinada ha raggiunto uno sviluppo mai conosciuto prima, grazie alla capacità di realizzare attività culturali, numerose e diversificate nel contenuto, suscettibili di attirare connazionali di tutte le fasce di età, come anche croati interessati alla cultura italiana. In virtù del suo contributo allo sviluppo del Comune e della CI ha ricoperto diversi ruoli nell’amministrazione locale (attualmente è presidente del Consiglio comunale), rappresentando per le sue altissime qualità morali e per l’indiscusso prestigio personale di cui gode, un punto di riferimento per l’intera CNI.
Presenti per l’occasione pure il vicepresidente del Sabor e deputato della CNI, Furio Radin, il sindaco di Visinada, Marko Ferenac, la vicepresidente della Regione istriana eletta in quota CNI, Giuseppina Rajko, il presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, nonché quelli della Giunta esecutiva e dell’Assemblea UI, rispettivamente Marin Corva e Paolo Demarin, nonché altre autorità locali. Ad allietare musicalmente la serata Davide Circota al pianoforte, accompagnato al flauto da Sara Kalčić, il cantante Ivan Bottezar, il coro misto e la banda d’ottoni del sodalizio diretti rispettivamente dai maestri Davide Circota e Alen Bernnobić. Un omaggio particolare a Neda Šainčić Pilato è arrivato da Francesco Squarcia e Nevia Rigutto, che le hanno dedicato una canzone. Dopo il saluto istituzionale dello storico Marino Baldini, hanno preso la parola il sindaco Ferenac, il presidente Tremul e l’On. Furio Radin, i quali si sono tutti espressi con parole di benemerenza e zelo per l’operato svolto da Neda nel territorio.
Neda Šainčić Pilato con grande emozione ha rilevato: “Un riconoscimento che rappresenta per me un grande onore, un momento che ricorderò sempre nella mia vita come uno dei più belli. Desidero esprimere la mia grande gratitudine al Presidente della Repubblica italiana e al Console Palminteri in quanto per me quest’onorificenza assume un valore particolare per il lavoro svolto, ma anche uno sprone per quello futuro, nel ruolo che già ricopro, nella promozione della lingua e della cultura italiana a Visinada, nell’ambito della nostra Comunità nazionale grazie anche al grande sostegno che ho da parte di tutti i miei collaboratori, attivisti, soci della Comunità, dai rappresentanti Comunali, ai quali va il merito”.

Sala gremita alla Comunità degli Italiani di Visinada

Facebook Commenti