La cultura dell’edilizia e lo sviluppo sostenibile

Organizzata in collaborazione con l’ICE di Zagabria, la conferenza internazionale ArhiBau.hr vedrà la partecipazione di direttori e rappresentanti di imprese croate del settore delle costruzioni

0
La cultura dell’edilizia e lo sviluppo sostenibile
La seconda edizione della fiera avrà luogo negli spazi dell’Arena di Zagabria. Foto: IGOR KRALJ/PIXSELL

S’inaugura oggi, all’Arena di Zagabria, la seconda edizione dell’ArhiBau.hr, la fiera e conferenza internazionale organizzata dall’Associazione degli architetti della capitale croata (DAZ), dedicata alla cultura dell’edilizia e dello sviluppo sostenibile. Quest’anno, la manifestazione è stata realizzata in partenariato con l’Agenzia italiana per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE), con sede a Zagabria e in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Croazia. La programmazione del secondo ArhiBau.hr verrà articolata in quattro intense giornate (da oggi all’8 ottobre), fatte di incontri, conferenze, tavole rotonde e corsi pratici aperti al pubblico.

Le sfide della ripresa
In occasione dell’evento d’inaugurazione del secondo ArhiBau.hr, in programma alle ore 9, a esprimere il proprio supporto all’iniziativa saranno Tihomil Matković, presidente della DAZ, Marko Šustić, direttore finanziario e membro dell’Esecutivo della Wienerberger, sponsor generale della manifestazione, Stjepan Lakušić, rettore dell’Università degli Studi di Zagabria; Velimir Neidhardt, presidente dell’Accademia croata delle Scienze e delle Arti (HAZU), Luka Burilović, presidente della Camera di commercio croata (HGK), Luka Korlaet, vicesindaco di Zagabria, Nina Obuljen Koržinek, ministro della Cultura e dei Media della Croazia, Julije Domac, delegato del presidente della Repubblica di Croazia, Željana Zovko, deputata croata al Parlamento europeo (in collegamento virtuale), Dubravka Šuica, vicepresidente della Commissione europea (in collegamento virtuale), nonché il premier croato Andrej Plenković. Ai saluti iniziali seguirà una tavola rotonda incentrata sulle sfide, a livello globale e locale, della ripresa e della resilienza. Successivamente, avrà luogo una serie di incontri che vedranno come protagonisti rinomati esperti internazionali del settore dell’edilizia. Dalle 11 alle 12.30 sono in programma, presso la Sala 1 dell’Arena, gli interventi di Gideon Maasland (del noto studio d’architettura e design olandese MVRDV), Julije Domac e Luka Korlaet, mentre il palinsesto pomeridiano verrà dedicato alle conferenze incentrate su temi quali il rapporto tra architettura e turismo, l’attuale situazione del settore dell’edilizia, la creatività della ripresa e della resilienza e i nuovi trend dei fornitori edili. La prima giornata dell’ArhiBau.hr prevede diverse altre tavole rotonde, nonché due laboratori pratici che avranno luogo presso la Sala 3 dell’Arena: dalle 13.30 alle 15.30 avrà luogo l’incontro dedicato alla Sostenibilità dei progetti d’investimento, organizzato dall’Ufficio austriaco per il commercio estero in Croazia, mentre dalle 16 alle 18 è in programma una lezione aperta al pubblico dell’ArhiBau.hr, intitolata “L’ottimale è interdisciplinare”.

Megaprogetti infrastrutturali
Il secondo giorno della manifestazione si articolerà in una serie di seminari nell’ambito dei quali verranno esaminati argomenti scottanti dell’odierno settore edile, tra cui il patrimonio edile, l’industria energetica verde, l’architettura del 20.esimo e del 21.esimo secolo, il finanziamento sostenibile e l’economia verde, la riflessione e l’ideologia dell’architettura, nonché la costruzione della sostenibilità e del recupero. Si terrà, dalle ore 11.30 alle ore 13.30 (sempre nella Sala 3 dell’Arena), il laboratorio “Energia solare – applicazioni nel settore edile”, organizzato dall’HGK, mentre tra le 15 e le 17 avrà luogo l’incontro del Consorzio edile dell’HGK. Tra gli incontri più interessanti della seconda giornata della manifestazione, va segnalata la tavola rotonda “Una crescita più significativa della Croazia con l’avvio di megaprogetti infrastrutturali”, in programma dalle 16 alle 17 presso la Sala 1, a cui prenderanno parte Ivan Paladina, ministro dell’Assetto territoriale, dell’Edilizia e del Patrimonio statale della Croazia, Martina Furdek-Hajdin, presidente della Regione di Karlovac, Tomislav Pakasin, rappresentante dell’Acciarierie Bertoli Safau (ABS) di Sisak, Damir Šoštarić, direttore del Comitato esecutivo per i fondi europei e la pianificazione strategica, Matija Posavec, presidente della Regione del Međimurje e Ivan Celjak, presidente della Regione di Sisak e della Moslavina.

Pratiche della vita quotidiana
L’ArhiBau.hr proseguirà venerdì 7 ottobre con incontri, tavole rotonde e conferenze che avranno come argomenti centrali l’urbanistica verde, i margini della cultura dell’edilizia nel 21.esimo secolo, il nuovo Bauhaus europeo e l’educazione, il settore immobiliare, nonché le prassi del campo degli edifici a energia quasi zero (NZEB) e della modellizzazione delle informazioni di costruzione (BIM). Per i visitatori dell’Arena verranno organizzati anche due laboratori pratici: dalle 11.30 alle 13.30 avrà luogo l’incontro condotto da Veljko Armano Linta sul lavoro di squadra per progettisti di ogni mestiere dell’edilizia, dedicato allo sviluppo sostenibile e rigenerativo, mentre dalle 15 alle 17 si svolgerà il laboratorio “Arcpocalisse” promosso dagli studenti della Facoltà di Architettura di Zagabria. L’ultimo giorno della manifestazione sarà dedicato a conferenze e incontri durante i quali verranno discusse determinate pratiche edili particolarmente interessanti per il grande pubblico. Gli eventi in programma vedranno come protagonisti direttori e rappresentanti di imprese croate del settore dell’edilizia e di altri campi affini. I temi che verranno affrontati comprendono le fonti d’energia rinnovabile e i sistemi intelligenti negli edifici residenziali, i marchi focalizzati sulla sostenibilità e i brand incentrati sull’innovazione. Tutti i dettagli sulla programmazione e sui relatori che prenderanno parte alla manifestazione sono disponibili sul sito web www.arhibau.d-a-z.hr.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display