Fiume: 3,5 milioni per incentivare le creatività

Resta aperto fino al 15 luglio il Concorso per le necessità pubbliche nel campo della cultura indirizzato ai giovani

Helena Semion Tatić, Ivan Šarar e Vlasta Linić. Foto Željko Jerneić

La Città di Fiume pensa ai giovani artisti che desiderano esprimere le proprie idee creative attraverso la cultura. Lo fa tramite l’applicazione di criteri particolari e più blandi di selezione nell’ambito del Concorso per le necessità pubbliche per la cultura – pubblicato il 14 giugno scorso e con data di scadenza fissata per il 15 luglio –, in cui i giovani dai 15 ai 30 anni d’età dovranno soddisfare condizioni meno restrittive rispetto agli altri al fine di ottenere i finanziamenti per i loro progetti culturali e artistici.
Le particolarità e le novità del Concorso sono state illustrate ieri dal capo dipartimento per la cultura della Città di Fiume, Ivan Šarar, dal capo della Direzione dei programmi del dipartimento cittadino per la Cultura, Helena Semion Tatić, e dalla responsabile della direzione per la Tutela e la conservazione dei beni culturali della municipalità, Vlasta Linić.

Progetti culturali validi

Si tratta di finanziamenti indirizzati ad attività e iniziative proposte da istituzioni di cui la Città di Fiume non è il fondatore, quindi organizzazioni, associazioni e singoli artisti, e che l’organismo cittadino, in seguito a una valutazione messa in atto da Consigli culturali di vari settori, considera di un certo interesse e che pertanto meritano di essere finanziati con i soldi dei contribuenti. Il Concorso è aperto a progetti e proposte di attività che spaziano dalla protezione e conservazione dei beni culturali all’editoria, all’arte teatrale, cinematografica, musicale e a cooperazioni culturali, ma anche a manifestazioni di vario genere e spessore.
Quest’anno la somma totale messa a disposizione per la realizzazione di progetti contemplati dal Concorso ammonta a 3 milioni e mezzo di kune, importo in linea con le passate edizioni. Oltre a riferire le novità legate ai giovani artisti che desiderano partecipare, il capodipartimento per la Cultura, Ivan Šarar, ha voluto pure precisare che i progetti che vengono finanziati dalla Società “Rijeka 2020”, come pure quelli che fanno parte del progetto Fiume Capitale europea della Cultura, non possono aderire al Concorso.

I criteri per ottenere i finanziamenti

Helena Semion Tatić ha rilevato che sono state stilate delle istruzioni su come compilare le domande e ha spiegato i criteri che vengono applicati nella valutazione dei progetti, il tutto al fine di facilitare la domanda di adesione. Per questo motivo domani dalle ore 14 alle 16 i responsabili del dipartimento per la Cultura della Città di Fiume saranno a disposizione della cittadinanza per fornire chiarimenti e indicazioni sui programmi, o su come compilare le domande per ottenere il massimo importo dei finanziamenti. Vlasta Linić ha illustrato infine i criteri che vengono applicati nel programma per la tutela e conservazione dei beni culturali. Tutti i progetti dovranno venire spediti in formato digitale sull’indirizzo web della Città di Fiume entro il 15 luglio.

Facebook Commenti