Kristina Kolar nominata al prestigioso premio Opus Klassik 2021

La nomination è dovuta al Requiem croato del glagolitico per solisti, coro e orchestra di Igor Kuljerić, eseguito a febbraio del 2020 a Monaco di Baviera e inciso su un Cd

Le buone notizie legate alle attività del TNC “Ivan de Zajc” non smettono di arrivare. L’ultima della lunga serie riguarda la solista dell’Opera fiumana, la primadonna nazionale Kristina Kolar, nominata per uno dei premi più prestigiosi per la musica classica, quello Opus Klassik 2021 nella categoria della cantante dell’anno.

 

La nomina è dovuta al Requiem croato del glagolitico per solisti, coro e orchestra di Igor Kuljerić, un pezzo capitale della musica croata contemporanea. L’esibizione risale a febbraio del 2020 a Monaco, sotto la direzione del maestro Ivan Repušić. A fianco del soprano fiumano, in quell’occasione si sono esibite anche il mezzosoprano Annika Schlicht, il tenore Eric Laporte e il baritono Ljubomir Puškarić, accompagnati dall’Orchestra sinfonica e dal Coro della Radio bavarese, la quale ha trasmesso il concerto e ha realizzato un CD.

La copertina del Cd con il Requiem di Kuljerić

A fianco dei cantanti più rinomati

Grazie alla nomina al prestigioso premio, la primadonna fiumana Kristina Kolar, si è trovata a fianco dei cantanti più rinomati della scena operistica mondiale, come ad esempio i soprani Sonya Yoncheva e Fatma Said, o il mezzosoprano Elina Garanča, la quale ha vinto il premio l’anno scorso. “Per me è un grande onore e un enorme piacere essere nominata al premio per la cantante dell’anno a fianco dei grandi nomi della scena operistica, alle dive come Garanča, Westbroek, Yoncheva, Stemme, Jaho, Schneider – ha dichiarato Kolar -. Considero questa nomination una specie di conferma della mia maturazione professionale e canora, nonché dell’alto livello che ho raggiunto e che vorrei mantenere in tutte le mie esibizioni”.

Un riconoscimento di spicco

Opus Klassik è il premio più prestigioso per la musica classica in Germania e il suo obiettivo è la “promozione della musica classica” e “il riconoscimento degli straordinari traguardi raggiunti nella musica classica”. Viene conferito in 25 categorie diverse da una giuria di esperti.

La notizia della nomina di Kristina Kolar giunge dopo una lunga serie di successi dell’Opera fiumana. L’ensemble dell’Opera ha ottenuto il Diploma “Milka Trnina” per il “Tristano e Isotta”, la “Traviata” ha conseguito uno strepitoso successo a Zagabria, mentre lo stesso successo è stato riscontrato a Fiume dall’”Opera secondo Kamov” e dalla “Tosca” con Maida Hundeling e Dimitris Paksoglou nei ruoli principali. Il giorno dopo si è tenuto il concerto “Zajedno” che ha inaugurato una collaborazione di quattro anni tra l’Orchestra filarmonica di Zagabria e l’Opera fiumana.

Facebook Commenti