«Fiumani»: un’esperienza storica unica

Verrà presentato domani al Museo civico il nuovo volume di Irvin Lukežić sul capoluogo quarnerino

Irvin Lukežić

Lo storico Irvin Lukežić, conosciuto soprattutto per le sue pubblicazioni legate alla storia di Fiume, ha realizzato un volume particolarmente interessante perché dedicato ai cittadini di Fiume. Il titolo del libro, che verrà presentato domani alle ore 19 al Museo civico, nel cosiddetto Cubetto, è “Fijumani. Kolektiv u urbanom krajoliku” (Fiumani. Un collettivo nel paesaggio urbano).
Il Museo civico ha pubblicato già alla fine dell’anno scorso il libro realizzato dal grande conoscitore dei temi fiumani, nonché ricercatore prolifico della storia culturale di Fiume, Irvin Lukežić. Il libro è dedicato al sempre attuale e intrigante tema dell’identità fiumana. Il sottotitolo al volume indica che il fenomeno della “fiumanità” è scaturito da un’eredità collettiva varia di diversi popoli e culture. Questo fatto offre la possibilità di cercare nuove ottiche di analisi dei fatti storici.

La copertina del libro Fiumani

Un ideale di società

Lukežić ha diviso il libro in dieci capitoli cercando di trovare la formula secondo la quale è stata plasmata la città. Le unità tematiche sono: La città come teatro, il Golfo del Quarnero, la cultura del XIX secolo, la tradizione della multiculturalità, la nascita della nuova cittadinanza, la città degli eccentrici, nel segno di Mercurio, la Mitteleuropeità, la tradizione teatrale e la vita sociale.

Lukežić espone anche il proprio parere personale in riguardo e afferma che Fiume è stata un ideale di società al quale l’Europa può solo aspirare, a condizione che continui a svilupparsi nello spirito della multiculturalità e dell’apertura. Fiume è stata un’esperienza storica unica, pratica, un’utopia di multiculturalità e plurilinguismo resa realtà. La tolleranza era la conditio sine qua non della borghesia cittadina e veniva tramandata con la tradizione locale. Senza conoscere la nostra storia, assicura Lukežić, non è possibile comprendere il nostro posto nella costellazione politica contemporanea, né crescere sul terreno florido di un così ricco passato comune. Il libro è stato edito in seno alla collana della Piccola biblioteca del Museo civico di Fiume e rappresenta il nono volume della collezione.
Alla presentazione del volume parteciperanno Petra Žagar-Šoštarić, docente alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Fiume, il direttore del Museo civico Ervin Dubrović e l’autore del libro.

Facebook Commenti