«Arcobaleno» tra giorni della merla e San Valentino

Fresco di stampa il numero di febbraio del giornalino più amato dai ragazzi della CNI

Il mensile per ragazzi dell’Edit, nonché il giornalino più amato dagli alunni delle nostre scuole, “Arcobaleno”, incontra sia i bimbi delle classi inferiori, che quelli che fino a poco tempo fa facevano lezione da remoto e ora sono rientrati tra i banchi di scuola.

 

 

Immancabili gli interventi degli alunni
Anche il numero di febbraio dà tanto spazio ai ragazzi, che continuano a inviare fotografie, poesie, racconti e disegni e condividono con i compagni delle altre scuole le esperienze fatte, i progetti e le iniziative a cui hanno partecipato.

L’”Arcobaleno” di febbraio si apre con un testo dedicato al Premio Simpatia del Festival Voci Nostre dell’anno scorso, un premio che viene assegnato sommando i voti della pagina Facebook del concorso. La vincitrice del 2020 è la minicantante Elena Božac della Comunità degli Italiani di Sissano con il brano “Il mio amico Gucci”. Sul giornalino si possono leggere, però, i testi di tutte le canzoni premiate.
Nella sezione “Primivoli” troviamo i disegni della prima classe della SE “Belvedere”, dedicati all’inverno e alla neve. La prima classe di Parenzo offre ai lettori una bella tazza di te fumante al gusto di menta, pesca, camomilla o frutti di bosco. La quarta classe di Rovigno ritorna ai temi dell’inverno e della neve, mentre la seconda classe dimentica il freddo polare degli ultimi giorni e dedica i propri capolavori al mondo subacqueo degli animali marini.

“Arcobaleno” si rivolge ai ragazzi per spiegare loro perché gli ultimi giorni di gennaio vengono chiamati i giorni della merla e l’interessante racconto viene corredato dai disegni dei ragazzi della terza classe di SE “Galileo Galilei” di Umago.

La terza classe di S. Lucia si è rivolta ai compagni per spiegare che cosa significa la parola fiaba e quali sono le differenze tra le fiabe moderne e quelle classiche, gli alunni della “Belvedere” hanno spiegato come fabbricare un originalissimo “bookmark” (segnalibro), mentre quelli della “Gelsi”, in un periodo di distanza e isolamento, hanno ricordato il vero significato dell’abbraccio e del 21 gennaio, giorno dedicato a questo gesto rappresentativo del calore umano. La seconda classe della SE “Bernardo Benussi” di Rovigno ha condiviso disegni e racconti dedicati ai pettirossi, mentre la SE di Pirano ha raccontato ai lettori i dettagli del Progetto Unesco dedicato alle aquile.

La Giornata della memoria celebrata a scuola
Uno degli eventi più importanti del mese di gennaio è stato la Giornata della memoria, celebrata anche alla SE “Vincenzo e Diego Castro” di Sicciole, con un progetto incentrato sul concetto di uguaglianza e sulla lettura di libri e interviste risalenti all’oscuro periodo della Seconda guerra mondiale e alle memorie dei sopravvissuti ai campi di sterminio.

Non sono soltanto le scuole a leggere il nostro mensile per ragazzi. A parlare di ecologia e di riciclo, c’è la Scuola dell’Infanzia “Girasole” di Cittanova. Ovviamente tutti questi interventi sono inframmezzati da fumetti, labirinti, puzzle, cruciverba e giochi, nonché novità al cinema, quiz, curiosità dal mondo animale, oroscopo, proposte di lettura e tanti altri passatempi. Il numero di febbraio si conclude con l’immancabile sezione dedicata alla festa di San Valentino e alle lettere d’amore della quarta classe della SE “Edmondo De Amicis” di Buie.

Facebook Commenti