Turismo. Medolino s’accontenta

Secondo il direttore dell’Ente di soggiorno locale, Enco Crnobori, al momento il numero dei villeggianti è inferiore del 40 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso

Una delle spiagge di Medolino. Foto Dusko Marusic/PIXSELL

Sicurezza urbana e pubblica incolumità, tutela della vivibilità, dell’igiene e del pubblico decoro, tutela della quiete e della tranquillità delle persone, disciplina dei mestieri e delle attività lavorative. Sono questi gli argomenti discussi dal sindaco e dal vicesindaco di Medolino, Goran Buić e Damir Demarin, dai capi dipartimento dell’amministrazione comunale, dal responsabile del Commissariato di Polizia di Pola, Vjekoslav Vukšić, dal direttore dell’Ente per il turismo di Medolino, Enco Crnobori, dal direttore dell’azienda municipalizzata “Med Eko servis” Edo Krajcar, dal direttore della “Buža”, Aleksandar Vojak, dal direttore dell’agenzia di sicurezza “Crni vjetar”, Aleksandar Hinić, e dai ristoratori e commercianti di via Osipovica, una delle vie più trafficate del Comune. L’intervento d’aperura è stato quello del primo cittadino, il quale ha esordito dicendo che, nonostante l’emergenza coronavirus, la situazione attuale a Medolino è migliore rispetto ad altre aree dell’Istria. Buić ha successivamente parlato del problema delle discariche abusive presenti sul territorio. A tale proposito ha annunciato maggiori controlli e multe più salate per i trasgressori. A differenza del sindaco, il responsabile della Pro loco ha parlato di turismo, dicendo che, al momento, le presenze turistiche sono inferiori del 40 per cento rispetto al 2019. “Tutto sommato possiamo essere contenti”, ha commentato il direttore, il quale ritiene che il problema principale di via Osipovica sia la raccolta dei rifiuti, ma anche la presenza di stand che vendono (abusivamente) i loro prodotti. Il capo dipartimento responsabile della costruzione e della manutenzione delle infrastrutture pubbliche, Goran Peruško, ha invece rilevato che, a parte qualche eccezione, tutti o quasi rispettano i regolamenti per il decoro urbano. Il capo dipartimento ha quindi invitato i commercianti e ristoratori a continuare a seguire le regole e contribuire così all’ulteriore promozione di Medolino. Nel corso dell’incontro si è parlato anche degli aiuti concessi dal Comune agli imprenditori locali. A tale proposito è stato ricordato che tra le misure adottate dalla pubblica amministrazione figura la riduzione del 50 per cento della tassa per l’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche. A margine della riunione, tutti i presenti si sono detti d’accordo sul fatto che è necessario potenziare i controlli i controlli sulla raccolta differenziata e le discariche abusive. Inoltre, secondo i presenti è necessario adottare misure di contenimento e abbattimento dei rumori prodotti dalle attività commerciali e controllare che tutte le attività rispettino le misure di sicurezza indicate dall’Unità di crisi della Protezione civile.

Facebook Commenti