Pola. Pasqua: tutto chiuso o quasi

Da oggi gli appuntamenti liturgici. I mercati e i negozi riaprono lunedì

Domani rimarranno chiusi anche i Mercati cittadini

Oggi ricorre il Sabato Santo, il secondo giorno del Triduo pasquale, apice dell’anno liturgico. Domani è Pasqua, che anche quest’anno trascorrerà in condizioni particolari sia per i raduni dei fedeli negli edifici di culto e sia per gli incontri delle famiglie in ambito privato. Ciò nonostante, le celebrazioni dei riti pasquali si avranno in tutte le parrocchie di Pola e dell’anello periferico, ferme restando le arcinote misure di profilassi enunciate dalla Protezione civile, come l’osservanza della distanza minima di 2 metri e l’obbligo di indossare la mascherina. Naturalmente l’usanza di toccare e baciare la croce e le reliquie è severamente bandita. Come sono bandite le processioni e gli assembramenti in cui non è possibile osservare la regola dei due metri. Ciò detto, segnaliamo che questa sera alle ore 20 al Duomo di Pola è in programma la Veglia pasquale e, al termine del rito, la benedizione del cibo per la tavola della Pasqua. Le funzioni liturgiche del giorno di Pasqua al Duomo iniziano alle 9 (la Santa messa in lingua italiana) e alle 10.30 (la Santa messa in lingua croata), che verrà celebrata dal vescovo emerito monsignor Ivan Milovan. Alla Chiesa della Misericordia i riti pasquali sono in programma alle 8 e alle 19. Il giorno di Pasqua nella Chiesa di Sant’Antonio l’orario dei riti è quello della domenica e dei festivi: alle 8, alle 10,30, alle 12 e alle 18. Alla Chiesa di San Biagio di Dignano la medesima agenda domenicale anche per la Pasqua: la Santa messa delle 8.30, la messa in lingua italiana delle 9.45 e la messa in lingua croata alle 11. Alla Chiesa di San Rocco di Gallesano, la messa festiva bilingue è in programma alle 10.30, fermo restando l’osservanza di tutte le misure cautelative del protocollo Covid e prima fra tutte l’assenza dei cori

 

Gli orari d’apertura dei negozi
Veniamo agli orari dei servizi pubblici in concomitanza con il ponte festivo. La Domenica di Pasqua e il Lunedì dell’Angelo sono giorni festivi, per cui rimarranno chiuse le banche, le poste, gli uffici della pubblica amministrazione… In regime di chiusura totale o parziale anche i centri commerciali, i mercati, i supermercati e tutti gli altri negozi di articoli alimentari e industriali. Vediamo gli orari d’apertura. Intanto tutti i punti vendita delle catene commerciali “Konzum”, “Lidl” e “Kaufland” resteranno chiusi sia domenica che lunedì secondo il principio ormai regolarmente professato per cui ogni festa di Stato, religiosa o meno. Diverso è il caso dei punti vendita delle catene commerciali “Plodine”, “Spar” e “Interspar” che resteranno chiusi soltanto il giorno di Pasqua mentre il Lunedì dell’Angelo osserveranno i rispettivi orari d’apertura domenicale: chi dalle 7 alle 21 (“Spar”, “Interspar” e “Plodine” in via Žakan), chi dalle 7 alle 18 (“Plodine” Fasana e Dignano), eccetera. Il centro commerciale “Max City” sarà chiuso soltanto domani in occasione della Pasqua mentre lunedì sarà a disposizione dei clienti dalle 7 alle 22 come sempre. Il “City mall” in via della Centuriazione romana osserva una via di mezzo: tutto chiuso la domenica, mentre lunedì saranno aperti solo gli alimentari e il drive in “McDonalds” e quindi chiusi tutti gli altri negozi (calzature, abbigliamento, articoli sporti ecc). Per quanto riguarda i mercati, si chiude a Pasqua e si riapre lunedì, ma con orario ridotto, secondo il regime domenicale (7-12). I trasporti pubblici non conoscono arresti, ma soltanto riduzioni del numero delle partenze, per cui sia domenica che lunedì gli orari degli autobus saranno quelli (ridotti) della domenica e dei festivi.

Facebook Commenti