Che il tempo sia bello o brutto, poco importa: la primavera è ormai inoltrata e i turisti, che hanno organizzato e prenotato le proprie vacanze già da tempo, giungono nelle località di villeggiatura con ogni mezzo, via aria, terra e acqua.
È così anche per i megayacht, che a partire dalle festività pasquali sono sempre più frequenti nel porto polese, mentre per i cruiser la stagione d’oro scatterà nella stagione di punta, ossia all’inizio di luglio, per protrarsi per circa due mesi. Come testimonia pure il registro della Capitaneria di porto di Pola, il numero dei megayacht da qualche anno a questa parete sono in continua crescita, attratti dalla tranquillità delle sue acque, ma sopratutto dai monumenti storico-culturali, dei quali l’Arena offre un bellissimo “assaggio”, ben prima di raggiungere il molo d’attracco. Volgendo uno sguardo a ritroso, nel 2017 il porto polese è stato la meta di un centinaio di megayacht (96, per la precisione), mentre l’anno scorso sono stati evidenziati 89 arrivi, con circa la metà di questo tipo d’imbarcazione che hanno puntato la prua verso Pola più volte, a indicare la soddisfazione dei proprietari con l’offerta turistica e i servizi di cui hanno usufruito. Nel settore, come noto, non esistono prenotazioni a lungo termine, visto che l’entrata nel porto viene segnalata con pochi giorni d’anticipo, ma se il buongiorno si vede dal mattino, nemmeno la presente stagione dovrebbe deludere, considerato che da Pasqua a questa parte nel porto cittadino hanno attraccato una decina d’imbarcazioni di lusso. Tra queste l’”Aurora” e la “Follow me”, oramai ospite abituale, che finora si è cullata nelle acque del porto polese già una trentina di volte.
Nella foto il megayahct Aurora ormeggiato nel gate doganale di Pola.
(Foto Dusko Marusic/PIXSELL)

Facebook Commenti