Verteneglio. «Ritorno alle origini»

Lo chef Ana Roš e Teo Fernetich valorizzano i prodotti locali in funzione della promozione turistica del territorio

0
Verteneglio. «Ritorno alle origini»
Cena stellata tra gli olivi secolari. Foto: ENTE TURISTICO VERTENEGLIO

Ana Roš, la migliore chef al mondo nel 2017 secondo il “The World´s 50 Best Restaurants” e insignita da due stelle Michelin, insieme a Teo Fernetich, del ristorante più rinomato del territorio, il “San Rocco” di Verteneglio, hanno presentato ai giornalisti e agli intenditori gastronomici di tutta Europa, nell’oliveto secolare del “San Rocco”, la lussuosa offerta enologica e gastronomica di Verteneglio. Il menu della cena “Ritorno alle origini” ha incluso esclusivamente cibo locale e prelibatezze specifiche della zona.
“Conosco Verteneglio e l’Istria fin dall’infanzia. Ricordo che i prodotti arrivavano sulla tavola direttamente dai campi, cosa venuta a perdersi nel tempo a causa delle importazioni a basso costo, con gli agricoltori locali costretti a interrompere la produzione e a intraprendere altre attività. L’Istria è una terra di agricoltori e produce i migliori pomodori e cetrioli di tutto il mondo; ritengo sia importante valorizzarli, incoraggiando gli agricoltori e apprezzando il loro lavoro, l’impegno e i loro prodotti. Per questo motivo, ho deciso di contribuire alla creazione di questa cena”, ha dichiarato Ana Roš.
Organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Verteneglio, durante la cena gli ospiti, tra i quali alcuni dei più importanti esperti gastronomici europei provenienti da Portogallo, Italia, Svezia e Austria, si sono deliziati con il kebab di carote istriane, l’insalata con erbe di campo, la carne bovina istriana e i tortellini in brodo caserecci. Sostenendo la produzione locale, Roš e Fernetich hanno dimostrato che Verteneglio è la destinazione ideale per il massimo piacere enogastronomico. Oltre al team del “San Rocco”, a contribuire alla buona riuscita della serata è stato pure quello del ristorante “Hiša Franko” di Caporetto, in Slovenia, trai i cinquanta ristoranti migliori al mondo.
“È stata una cena indimenticabile, attraverso la quale abbiamo cercato di attirare l’attenzione sul potenziale delle nostre microlocazioni in senso enogastronomico. Ana è una chef unica e una grande conoscitrice dei nostri alimenti ed è stato estremamente interessante e stimolante per il nostro team passare attraverso questo processo di creazione e interpretazione degli stessi alimenti. Credo che lo scambio di idee e visioni sia in realtà la più grande ricchezza. Spero che quest’incontro diventi tradizionale, contribuendo allo sviluppo gastronomico della nostra destinazione in armonia con la natura”, ha dichiarato Teo Fernetich.
Affinché gli ospiti potessero vivere in prima persona quanto appreso, l’Ente turistico ha organizzato una visita al primo piccolo caseificio registrato in Croazia, dell’Azienda agricola Radošević, dove hanno avuto l’occasione di accompagnare le pecore al pascolo e assistere alla mungitura e alla preparazione (e degustazione) della ricotta. Nella vicina Villanova hanno cenato insieme ai contadini in una tipica “corte” istriana, dove hanno imparato a fare la pasta a mano, rilassandosi poi sulle note della fisarmonica e giocando a carte. A Carigador sono invece salpati in barca per provare a pescare, mentre nella cantina Veralda, ecologicamente certificata, hanno assaggiato i vini locali.
Michelle Pilat, direttrice della Pro Loco si è detta orgogliosa che Ana Roš abbia riconosciuto le numerose peculiarità del territorio locale, l’enogastronomia, la natura incontaminata e i valori della tradizione particolarmente curati. Dei 14 ristoranti istriani con la raccomandazione di Michelin, due si trovano a Verteneglio. Sebbene quest’ultima si trovi in una regione turistica altamente sviluppata, tutte le sue famiglie sono impegnate nell’agricoltura e quindi è senza dubbio una delle migliori destinazioni turistiche, ma anche enogastronomiche. La sua terra offre vini e oli d’oliva di alta qualità, nonché frutta e verdura, il tutto parte integrante dell’offerta gastronomica locale.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display