Rovigno. Macchinari pesanti in città solo se necessario

Sarà in vigore dal 20 giugno fino al 17 settembre il divieto temporaneo di lavori edili

Una veduta del centro storico di Rovigno. Foto: Dusko Marusic /PIXSELL

Entrerà in vigore sabato 20 giugno il divieto temporaneo per l’esecuzione di lavori di scavo e di costruzione durante la stagione turistica. La delibera cittadina rimarrà in vigore per quasi tutta l’estate, fino al 17 settembre.
La Città avvisa la cittadinanza che saranno vietati tutti gli interventi edili, compresi lavori di scavo, quelli di rinforzo e lavori simili all’interno di e intorno a edifici che vengono eseguiti con l’aiuto di macchinari pesanti, in particolare con compressori, camion betoniere, martelli pneumatici e dispositivi simili che producono rumore e polvere nell’ambiente.
Il divieto non sarà valido nel caso di lavori necessari per l’edificazione e la ricostruzione di edifici e impianti di interesse dello Stato. Inoltre, potranno essere eseguiti lavori edili che si dimostreranno necessari per la costruzione o la ricostruzione di strutture sociali o impianti dell’infrastruttura cittadina. Il divieto non riguarda nemmeno la rimozione di edifici deliberata sulla base di una decisione di un ispettorato addetto alle questioni edilizie o di un’altra autorità statale.
Tutti i lavori all’interno o al di fuori di edifici privati, quali l’installazione di mobili, parquet, ceramiche, sostituzione di servizi igienici, riparazioni, completamento di facciate e tetti all’esterno del nucleo storico e interventi simili che non generano significative emissioni nocive e/o rumore a lungo termine superiore a 80 decibel, saranno permessi dalla ore 9 fino alle 17.

Facebook Commenti