Elezioni CNI 2022. Tremul presenta il suo Programma elettorale

0
Elezioni CNI 2022. Tremul presenta il suo Programma elettorale
Maurizio Tremul durante l’incontro con gli elettori a Bertocchi. Foto Kris Dassena

Maurizio Tremul, candidato a presidente dell’Unione Italiana, carica che ha ricoperto negli ultimi quattro anni, ha iniziato a Bertocchi, dove vive e abita, i propri incontri con i connazionali in vista delle elezioni del 26 giugno. Ospite della locale Comunità degli italiani, Tremul ha esteso l’invito a questo primo comizio anche ai soci dei sodalizi di Ancarano e Crevatini. “#NoiCNI. Persone, valori, unitarietà”: questo lo slogan ideato per questa breve, ma intensa campagna elettorale. A spingerlo a candidarsi nuovamente a questa carica è il cattivo stato di salute nel quale potrebbe presto versare l’unitarietà della Comunità Nazionale Italiana che a suo dire è a repentaglio e va perciò rafforzata a prescindere dalle statualità. Prima di illustrare il proprio indirizzo programmatico che ha definito come “concreto”, si è soffermato sulle questioni e i progetti più importanti che sono stati portati avanti nel corso del suo ultimo mandato. Tra questi l’iscrizione del dialetto istroveneto nel Registro del patrimonio culturale immateriale di Croazia e Slovenia, la realizzazione dell’Incubatore d’impresa “Istria” a Santa Lucia, la ricostruzione di Palazzo Gravisi-Buttorai a Capodistria, futura sede del Centro Multimediale Italiano, come pure l’impegno che ha profuso durante i mesi più critici dell’emergenza sanitaria per rendere i confini “più permeabili” e il suo contributo per fare sì che i programmi italiani di TV Capodistria siano visibili sul satellite e via cavo. “Ho fatto sempre gli interessi della CNI, essendo al servizio di tutti. Si tratta di una funzione a titolo onorifico, ma è un impegno a cui va dedicato tanto tempo e la giusta attenzione”, ha sottolineato nel suo intervento, rimarcando che è necessario rafforzare il ruolo politico dell’intera Comunità e dell’Unione italiana, unica organizzazione unitaria che la rappresenta nel suo insieme. “Dobbiamo sostenere le attività culturali e artistiche di alto livello, ma dobbiamo impegnarci di più per favorire lo stare insieme e la socializzazione e riuscire a riportare le persone in Comunità e promuovere lo spirito identitario”, ha ancora rilevato Tremul, secondo il quale va incoraggiata l’inclusione dei giovani nel tessuto comunitario e di conseguenza il dialogo e lo scambio intergenerazionale come parte integrante. Tra le proposte concrete che desidera mettere in atto qualora ottenesse la fiducia degli elettori vi è quella di creare una rete di solidarietà per le persone della terza età che consentirebbe di avvicinare l’Unione Italiana e i sodalizi a quelle che sono le necessità delle persone, che vedrebbero in queste istituzioni delle strutture “che aiutano ad avere pure una migliore qualità della vita”. Oggi il candidato incontrerà gli elettori nella sede del CRS a Rovigno alle 18 e alla CI di Dignano alle 19,30.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display